Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 14:05

Attualità e Politica

04/11/2016 | 09:37

Limiti orari a Napoli, lunedì nuovo incontro Comune-gestori: “Fatturati in calo del 40%”

facebook twitter google pinterest
limiti orari napoli agsi giochi

ROMA - “Siamo pronti a fare fronte comune con altre rappresentanze e lunedì incontreremo la Commissione Commercio di Napoli per cercare di smuovere la situazione”. Pasquale Chiacchio, presidente dell’Associazione Gestori Scommesse Italia, parla ad Agipronews del nuovo confronto con il Comune per la rimodulazione del regolamento entrato in vigore ad agosto che limita l’orario di esercizio degli apparecchi, così come l’orario di aperture delle sale autorizzate, dalle 9 alle 12, e dalle 18 alle ore 20. “In poco più di due mesi il fatturato delle aziende è crollato del 40% - continua Chiacchio - Le difficoltà con i dipendenti delle sale sono evidenti: si utilizzano sistemi come riposi e e ferie per rimediare alle minori entrate, ma di questo passo si va verso i licenziamenti”. La situazione di emergenza porterà le associazioni a chiedere al Comune di modificare le fasce orarie: “Non è possibile che un’azienda chiuda l’attività alle 12. Siamo per le regole, ma quelle attuali non lo sono davvero, perché a rispettarle è solo chi è autorizzato dallo Stato e già si atteneva a tutta una serie di norme”. Sarà questo un altro punto su cui verterà l’incontro di lunedì: “Il regolamento così com’è crea disparità di trattamento e favorisce i circuiti non autorizzati. Se davvero si vuole combattere la ludopatia bisogna intervenire sulla riduzione dei punti vendita, non sui limiti orari”, conclude Chiacchio. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password