Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Attualità e Politica

30/11/2016 | 08:57

Lotta al match fixing, Pescante (CIO): «Necessario che gli Stati adottino leggi adeguate»

facebook twitter google pinterest
match fixing Pescante CIO

ROMA - «Lo sport da solo non può combattere contro la corruzione e la manipolazione degli eventi sportivi legata a scommesse e doping. Per lottare contro questi fenomeni è necessario che gli Stati adottino leggi adeguate». Lo ha detto all'Ansa Mario Pescante, membro del Comitato olimpico internazionale, in occasione della quattordicesima conferenza dei ministri dello sport del Consiglio d'Europa. «Il Comitato olimpico internazionale ha chiesto agli Stati di intervenire in particolare per combattere la corruzione e la manipolazione dei risultati sportivi legato al mondo delle scommesse. Per prevenire questi fenomeni occorrono leggi dello Stato che servano anche da deterrente» spiega il membro Cio, aggiungendo che i Paesi devono avere un «atteggiamento comune» verso questa battaglia. Pescante sottolinea inoltre che «lo sport non deve essere politicizzato» e utilizzato per sanzionare dei paesi con pene collettive per responsabilità individuali, cosi come successo agli ultimi Giochi Olimpici a Rio. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password