Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2016 alle ore 17:19

Attualità e Politica

18/01/2016 | 17:25

Nulla osta slot machine, Agenzia delle Dogane vara procedura straordinaria per modifica pay-out al 70%

facebook twitter google pinterest
nulla osta slot machine

ROMA - L’Agenzia delle Dogane rafforza gli uffici e vara per due mesi una procedura straordinaria per consentire agli operatori new slot di sostituire le schede e mettere rapidamente in esercizio circa 340mila apparecchi, con una percentuale di vincite più bassa – fino al 70% - come prevede la legge di Stabilità 2016. L’accelerazione permetterà a concessionari e gestori di sostenere l’incremento del Prelievo Erariale Unico, passato dal primo gennaio dal 13 al 17,5%. “Per portare a termine tale attività con la massima consentita urgenza, in relazione alla presumibile richiesta massiva che potrebbe caratterizzare il primo periodo dell’anno – è scritto nella circolare dei Monopoli di Stato - è stata prevista una procedura straordinaria (con incremento temporanei di specifiche risorse), che consentirà di snellire e, nel contempo, velocizzare, anche da parte degli Uffici dei Monopoli competenti, il processo di sostituzione degli apparecchi medesimi”. La procedura prevede per circa due mesi, l’assoluta priorità delle richieste di emissione di nulla-osta “sostitutivi di quelli relativi ad apparecchi in esercizio”, che perverranno agli uffici regionali. 
L’Amministrazione svolgerà un monitoraggio costante sull’efficacia della misura, anche in relazione al numero di richieste che perverranno, “riservandosi, quindi, la facoltà di estendere il periodo – comunque non oltre il 31 maggio – o di limitarlo”. A conclusione del periodo in cui sarà in vigore la procedura straordinaria, gli Uffici tratteranno le richieste di emissione di nulla-osta, “secondo i criteri che verranno più avanti definiti e resi noti, nell’ambito delle normali dinamiche di assetto della filiera”. In ogni caso, l’istanza potrà essere immediatamente accolta sempreché la richiesta di emissione delle autorizzazioni sia accompagnata dalla contestuale richiesta di un pari numero di dismissioni. Ciò per rendere l’azione dell’Amministrazione conforme alle prescrizioni della norma, che prevede il “blocco” di nuovi nulla-osta di esercizio dal primo gennaio. Proprio in vista delle limitazioni previste dal Governo Renzi, negli ultimi giorni 2015 gli operatori hanno richiesto all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli circa 40mila nulla-osta per altrettanti apparecchi.  NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password