Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Attualità e Politica

26/04/2016 | 18:45

Gioco patologico, in Piemonte ok a legge regionale con distanziometro e divieto di pubblicità

facebook twitter google pinterest
piemonte slot patologico gioco

ROMA - L'Assemblea Regionale del Piemonte ha approvato oggi all'unanimità il disegno di legge su prevenzione e contrasto alla diffusione del gioco patologico. Il testo prevede il divieto di collocare apparecchi per il gioco in locali a meno di 300 o 500 metri (a seconda del numero di abitanti del Comune) «da istituti scolastici di ogni ordine e grado, centri di formazione per giovani e adulti, luoghi di culto, impianti sportivi, ospedali, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio-sanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile ed oratori, istituti di credito e sportelli bancomat, esercizi di compravendita di oggetti preziosi ed oro usati e stazioni ferroviarie».
Sempre secondo il provvedimento, entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge i Comuni dovranno «disporre limitazioni temporali all’esercizio del gioco tramite slot machine per una durata non inferiore a tre ore nell’arco dell’orario di apertura previsto, all’interno delle sale da gioco, delle sale scommesse, degli esercizi pubblici e commerciali, dei circoli privati e di tutti i locali pubblici o aperti al pubblico». Limitazioni arrivano anche in tema di pubblicità dei giochi, che sarà vietata relativamente «all’apertura o all’esercizio delle sale da gioco, delle sale scommesse o all’installazione degli apparecchi per il gioco presso gli esercizi pubblici e commerciali, i circoli privati e i locali pubblici». La Regione Piemonte, inoltre «promuoverà accordi con gli enti di esercizio del trasporto pubblico locale e regionale per favorire l'adozione di un codice di autoregolamentazione che vieti la concessione di spazi pubblicitari relativi al gioco a rischio di sviluppare dipendenza sui propri mezzi di trasporto». Nel testo viene anche indicato un «Piano triennale integrato per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d'azzardo patologico» secondo il quale verranno promossi «interventi per aumentare la consapevolezza sulla dipendenza correlata al gioco», iniziative per «informare sull'esistenza di servizi di assistenza e cura» e verranno previsti «interventi di formazione e di aggiornamento, obbligatori ai fini della prosecuzione dell'attività, per i gestori e il personale delle sale da gioco e delle sale scommesse» nonché pianificate «campagne annuali d'informazione sui rischi e sui danni derivanti dalla dipendenza dal gioco». AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password