Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 18:14

Attualità e Politica

21/07/2016 | 12:51

Giochi, al Senato interrogazione su corsi di formazione operatori al Ministero della Salute

facebook twitter google pinterest
sapar interrogazione senato corsi formazione giochi

ROMA - Chiarire i contenuti e gli scopi dei corsi di formazione organizzati da Sapar per gli operatori di gioco. E’ la richiesta che alcuni senatori del Gruppo Misto (tra cui Ivana Simeoni e Serenella Fucksia) hanno rivolto in un’interrogazione a risposta scritta a Beatrice Lorenzin, Ministro della salute, dopo la conferenza stampa di presentazione organizzata nella sede del Ministero quindici giorni fa. “Il Ministero della salute ha concesso il proprio patrocinio al ‘Corso di Formazione per operatori sul gioco d'azzardo patologico’ organizzato dall'associazione”, sottolineano i senatori. Tuttavia, si legge, “in quanto organizzazione ‘di parte’, la Sapar non sembra essere il soggetto più idoneo ad organizzare iniziative di siffatta natura e i contenuti e lo svolgimento del corso non sono stati resi noti in forma dettagliata”. Nell’interrogazione viene espressa perplessità per “la compresenza del Ministero della salute, impegnato, sulla base del proprio ruolo istituzionale, nella prevenzione del GAP, e di un'associazione di fornitori e manutentori di apparecchi per il gioco d'azzardo, accreditando di fatto, questi ultimi, in un ruolo di prevenzione del GAP quando è noto e palese che la finalità economica degli aderenti alla Sapar si realizza nella diffusione degli apparecchi elettronici destinati al gioco d'azzardo”. I senatori chiedo dunque di sapere “se il Ministro sia a conoscenza dei fatti esposti”, se “i membri dell'osservatorio sul gioco d'azzardo siano stati resi edotti per tempo degli scopi e finalità di questa iniziativa” e “in base a quali considerazioni sia stata patrocinata un’iniziativa condotta da una struttura associativa privata”. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password