Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/12/2016 alle ore 18:12

Attualità e Politica

26/09/2016 | 12:54

Scommesse, Tribunale Santa Maria Capua Vetere su dissequestro ctd: “Non sussiste reato”

facebook twitter google pinterest
scommesse ctd tribunale dissequestro betn1 sogno tolosa

ROMA - “Il regime concessorio vigente in Italia in materia di giochi e scommesse si pone in contrasto con i principi comunitari afferenti il diritto di stabilimento e la libertà di prestazione di servizi, onde se ne impone la disapplicazione”. Così il giudice di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, nelle motivazioni dell’istanza di dissequestro (arrivato il 13 settembre) di un centro scommesse Betn1 della società maltese Sogno di Tolosa. “Il fatto ascritto alla ricorrente non risulta astrattamente sussumibile in alcuna ipotesi di reato”. In una nota, la società sottolinea che “non si capisce come mai, dopo i numerosi riconoscimenti da parte dei giudici italiani del nostro operato, ancora oggi lo Stato non si adegua ai dettami dei trattati Europei, continuando a scrivere leggi nell’esclusivo intento di tutelare un regime concessorio non più attuale anche a seguito delle leggi di stabilità 2015 e 2016”. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password