Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

19/07/2016 | 11:17

Match Fixing, ESSA: «41 casi di scommesse sospette nel secondo semestre 2016»

facebook twitter google pinterest
scommesse match fixing essa

ROMA - Quarantuno casi di scommesse sospette sono stati rilevati nel secondo semestre del 2016. È il dato riportato dall'European Sports Security Association (ESSA), l’organizzazione non profit che promuove l’integrità nel mondo dello sport e raggruppa alcuni dei principali bookmaker internazionali. La maggior parte degli "allarmi", si legge nel report dell'ESSA, è scattata per il tennis, disciplina nella quale sono stati individuati 34 casi (l'83% del totale), poi segnalati alle autorità competenti e agli enti che regolano il gioco online. Solo quattro i casi nel mondo del calcio, mentre per biliardo, pallamano e beachvolley ci si ferma a una sola segnalazione. La maggior parte degli alert è scattata dall'Europa, dove in 24 occasioni sono stati rilevati flussi anomali di scommesse sugli eventi segnalati. «Negli ultimi mesi abbiamo rinforzato la condivisione delle informazioni sull'integrità grazie a degli accordi con le authority del gioco lituane e francesi e accogliendo altri due bookmaker nella nostra organizzazione - spiega Mike O’Kane, presidente dell'ESSA - abbiamo identificato 41 casi di scommesse sospette e ancora una volta la maggior parte provengono dal tennis - prosegue - proprio per questo abbiamo avviato una partnership con Sportradar focalizzata su questo sport che prevede un sistema di allarme basato sul monitoraggio di 450 bookmaker». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password