Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 20:48

Attualità e Politica

21/04/2016 | 09:33

Senato, Endrizzi (M5S): «Governo recepisca proposte del Manifesto antiludopatia»

facebook twitter google pinterest
senato endrizzi giochi

ROMA - Rispettare, in sede di Conferenza Unificata, l'autonomia «normativa e regolamentare di Regioni ed enti locali in materia di contrasto» al gioco patologico «con particolare riferimento alla possibilità di introdurre limiti di distanza dei punti di offerta di gioco dai luoghi sensibili». È quanto chiedono in una mozione indirizzata al Governo alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle, di cui è primo firmatario il Senatore Giovanni Endrizzi. Nel testo si invita inoltre l'esecutivo a «definire le caratteristiche dei punti di vendita ove si raccoglie gioco pubblico, nonché i criteri per la loro distribuzione e concentrazione territoriale, con l'obiettivo di garantire i migliori livelli di sicurezza per la tutela della salute, dell'ordine pubblico e della pubblica fede dei giocatori e di prevenire il rischio di accesso dei minori di età, recependo in maniera esaustiva le proposte contenute nel "Manifesto delle Regioni per la lotta alla ludopatia"» . Sempre nel testo della mozione i senatori pentastellati invitano a «a valutare ogni iniziativa, anche di carattere normativo» volta a «vietare qualsiasi forma» di «propaganda pubblicitaria, di ogni comunicazione commerciale, di sponsorizzazione o di promozione di marchi o prodotti di giochi con vincite in denaro» e a incrementare significativamente i fondi erariali volti alla prevenzione, alla cura e alla riabilitazione delle patologie connesse alla dipendenza da gioco d'azzardo, anche nell'ambito dei disegni di legge di stabilità e di bilancio per gli anni 2017, 2018 e 2019». AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password