Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Attualità e Politica

02/03/2016 | 18:19

Slot e norme locali, Pucci (Astro): «Limiti orari non bloccano gioco patologico e illegalità»

facebook twitter google pinterest
slot norme locali pucci astro

ROMA – Ordinanze locali, limiti orari, distanze da luoghi sensibili: provvedimenti che non risolvono i problemi dei cittadini, ma rischiano di avere un effetto boomerang. Lo ribadisce Massimiliano Pucci, presidente di Astro, commentando l'ultimo provvedimento comunale, che questa volta arriva da Cremona, che prevede orari ridotti il funzionamento delle slot e distanza minima di 500 metri dai luoghi sensibili per l’apertura o il trasferimento delle sale e per l’installazione di nuovi apparecchi. «Siamo abituati ad essere attaccati – spiega Pucci – ma va evidenziato che le regioni che hanno deciso di dichiarare guerra al gioco legale, stanno vedendo un incremento di giocatori patologici. La Lombardia, secondo i dati del Sert, ha visto un aumento del 42,1% dal 2013 al 2014, dunque dopo l'introduzione delle restrizioni previste dalla legge regionale».

Questi provvedimenti, sottolinea ancora Pucci, «non servono a fermare la ludopatia, né a bloccare gli interessi di chi invece offre gioco al di fuori della legalità, che anzi approfitta del caos normativo. Ormai piove sul bagnato, i provvediment restrittivi sono all'ordine del giorno, e lo Stato deve decidere se dichiarare il gioco illegale, col rischio che tutto vada in mano alla criminalità, perché la domanda non cala, oppure regolamentare e investire con scelte programmatiche. Oggi - conclude Pucci - noi gestori ci stiamo indebitando, perché ci vengono chiesti sempre nuovi investimenti e tasse più alte. E siamo noi stessi che da anni chiediamo una riduzione del numero delle sale slot». SA/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password