Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 20:48

Attualità e Politica

14/09/2016 | 14:03

Slot, Pucci (Astro): “Sì a riqualificazione della rete, ma il sistema deve essere tutelato”

facebook twitter google pinterest
slot pucci astro baretta renzi

ROMA - Appoggio pieno alla riqualificazione della rete generalista di gioco, sulla scia del disegno di legge Mirabelli, senza minare la tutela industriale del sistema. Massimiliano Pucci, presidente dell’associazione Astro, interviene dopo le riflessioni del sottosegretario al Mef, Pier Paolo Baretta, sulle evoluzioni tecnologiche auspicate per le slot machine e sull’idea del premier Matteo Renzi di riqualificare la rete di bar e tabacchi al cui interno sono presenti apparecchi. “Come associazione proponiamo da tre anni tali evoluzioni”, spiega Pucci, che poi ricorda come “il decreto attuativo della Legge delega fiscale andava in questa direzione e su questa direzione un confronto tecnico e approfondito era già stato avviato”. In questo contesto, continua Pucci, l’opzione “zero slot” nella rete generalista a favore di sale specializzate stona con uno scenario di ‘ristrutturazione’ del settore e presenta tutta una serie di rischi: “Quindici milioni di utenti che giocano saltuariamente alle slot con vincita limitata all’interno di bar e tabaccherie, sarebbero catapultati in una sala ad alto rischio di gioco eccessivo - continua Pucci - Una rete statale di 80 mila punti vendita controllata dai Monopoli sarebbe dismessa per tornare a uno stato di ‘promiscuità’ con i 250 mila locali complessivi nel Paese, difficilmente controllabili”. L’azzeramento della rete potrebbe inoltre riconsegnare “a realtà non autorizzate” come succedeva fino al 2003, senza contare il danno al “circuito di imprese che sostengono 100 mila famiglie”. Per questo Astro rinnova la disponibilità “ad approfondire i temi del disegno di legge Mirabelli, che incorpora l’idea di riqualificazione che il Presidente del Consiglio ha esposto agli Italiani, e le progettualità tecniche auspicate dal Mef” in una prospettiva che mette al centro della rete “locali decorosi e professionalizzati dal titolo abilitativo unico”. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password