Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

24/06/2016 | 16:16

Slot in Puglia, Verona (Astro): "Limiti orari e distanziometro non frenano l’illegalità, il lavoro dei gestori è un presidio da tutelare"

facebook twitter google pinterest
slot puglia verona astro limiti orari

BARI - L'impegno concreto dei gestori "a monitorare e dialogare fin da subito con gli amministratori locali per capire quali sono le intenzioni in merito a distanze dai luoghi sensibili e limiti orari, in modo da poter intervenire al meglio sul territorio". Questo l'obiettivo di Astro che ha presentato, oggi a Bari, la proposta “Un gioco buono per il Territorio” un manifesto al quale ogni gestore può aderire e che prevede un percorso virtuoso sia di formazione alla sensibilizzazione del prodotto-apparecchio da gioco trattato, che di educazione al decoro sociale all’interno ed all’esterno del punto vendita, anche attraverso una maggiore collaborazione con le Asl territoriali e le forze dell’ordine, nel rifiuto totale dell’illegalità. "Abbiamo appurato che i limiti orari e il distanziometro non sono misure efficaci per combattere fenomeni di ludopatia. Serve un approccio al gioco che faccia bene al territorio perché al momento i regolamenti locali limitano il gioco autorizzato a favore dell'illegalità", ha spiegato ad Agipronews Lorenzo Verona, vicepresidente e responsabile territorio di Astro. "I gestori pugliesi sono disponibili a monitorare la situazione e in presenza di amministrazioni locali orientate a porre limiti orari e 'distanziometro', chiederanno il nostro intervento per presentare il nostro manifesto", ha aggiunto Verona. L'obiettivo dell'associazione dei gestori è quello di far capire che "il nostro lavoro non consiste soltanto nello 'svuotare le slot machine', ma ha anche una funzione socio-politica, di tutela della salute pubblica e di presidio contro l'illegalità", ha concluso. 
SA/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password