Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Attualità e Politica

17/11/2015 | 13:47

Tassa da 500 milioni, per il Tar Lazio “illogica e contradditoria”: tutto rinviato in Corte Costituzionale

facebook twitter google pinterest
slot tassa 500 milioni

ROMA – La tassa da 500 milioni di euro extra prevista dalla legge di stabilità 2015 e chiesta a operatori slot e vlt è illogica e contraddittoria: la Corte Costituzionale dovrà dunque valutarne i requisiti di legittimità.

E’ quanto si legge nell’ordinanza del Tar Lazio che ha rinviato alla Consulta i ricorsi degli operatori di gioco, con l’udienza che potrebbe essere fissata non prima di un anno.

Il Tar aveva respinto le richieste cautelari di bloccare il pagamento, ma adesso ha deciso di inviare la legge alla Corte Costituzionale per valutare se sia in linea con i principi di ragionevolezza, uguaglianza e libertà di iniziativa economica.

Un giudizio che potrebbe incidere anche sull’udienza che si terrà il prossimo 1 dicembre in Consiglio di Stato e che potrebbe bloccare l’addizionale da 500 milioni, che gli operatori sono tenuti a versare anche per il 2016 e il 2017.

In particolare il Tar ha bacchettato la suddivisione del pagamento tra gli operatori: "L’importo totale di euro 500 milioni è legato non a un dato di flusso, quale i volumi di raccolta delle giocate – si legge sull’ordinanza - ma a un dato fisso, quale il numero di apparecchi esistenti e riferibili a ciascun concessionario alla data del 31 dicembre 2014".

"Appare illogico il riferimento ad un dato statico (sia pure soggetto ad aggiornamento), cioè il numero di apparecchi”.

Inoltre la norma appare in contradizione con la delega fiscale del 2014, che prevedeva una revisione degli aggi e dei compensi, ma "secondo un criterio di progressività legata ai volumi di raccolta delle giocate".

Il pagamento dei 500 milioni, previsto anche per prossimi due anni, potrebbe determinare una riduzione del volume delle giocate “con conseguente eccessiva gravosità degli obblighi imposti per i concessionari ed i relativi operatori di filiera".

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password