Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 17:35

Attualità e Politica

24/03/2016 | 14:27

Tar Friuli conferma “distanziometro”: “Tutela della saluta è più importante della libertà economica”

facebook twitter google pinterest
tar friuli distanziometro

ROMA - Le norme sul “distanziometro” per le sale giochi non ledono i principi di uguaglianza, perché la tutela della salute è più importante della libertà economica. Il Tar del Friuli Venezia Giulia ha respinto con questa motivazione il ricorso di un esercente di Udine a cui è stato ordinato lo stop dell’attività dopo il trasferimento in un altro locale. Per i giudici non è valida l’argomentazione secondo cui la sala è stata aperta prima dell’entrata in vigore del regolamento: “La legge regionale ha come scopo evidente quello di combattere le ludopatie imponendo una distanza minima dei giochi leciti da alcuni siti sensibili - si legge nella sentenza - Nel caso della ricorrente si tratta di un trasferimento di giochi leciti già installati in un altro sito; sennonché risulta evidente che la norma non riguarda solo l’installazione ex novo di giochi, ma anche lo spostamento degli stessi da un locale all’altro, che ai fini della legge, risulta del tutto equivalente”. La normativa, continua il Collegio, è conforme alla Costituzione, “sia perché non si vede alcuna lesione del principio di eguaglianza sia perché la tutela della salute, scopo principale della disposizione, costituisce un valore che a livello costituzionale appare sovraordinato rispetto alla libertà economica”. Non esiste nemmeno contrasto con i principi comunitari, poiché “non viene affatto vietato il collocamento dei giochi, ma unicamente limitato per evidenti finalità di tutela della salute pubblica”. FP/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password