Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2016 alle ore 08:45

Attualità e Politica

07/11/2015 | 19:10

Slot, Tar Marche: "Limiti orari devono bilanciare esigenze di salute pubblica e libertà economica"

facebook twitter google pinterest
tar marche slot orari

ROMA - I limiti orari per slot e vlt devono bilanciare le esigenze di salute pubblica e quelle di libertà di iniziativa economica, altrimenti non sono legittime. Con questa motivazione il Tar Marche ha accolto il ricorso di un esercente e dichiarato illegittima l'ordinanza Comunale di San Benedetto del Trono, che fissa l'orario di funzionamento degli apparecchi dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 23. "Non è dubbio il potere del Comune di disciplinare gli esercizi del tipo di quelli in esame per prevenire delicati fenomeni quali ad esempio le ludopatie - si legge nella sentenza - ma l’orario deve essere risultato di un’accurata istruttoria e di una eventuale differenziazione tra i vari periodi di attività, allo scopo di effettuare un giusto bilanciamento tra le esigenze di tutela della sicurezza e della salute pubblica e l’interesse alla libera iniziativa economica". Nel regolamento, però, tale bilanciamento "appare del tutto assente". Nel testo, spiega ancora il Collegio, "si da semplicemente atto di dover disciplinare gli orari di funzionamento degli apparecchi di intrattenimento con lo scopo di contrastare l’insorgere di fenomeni devianti nell’utilizzo degli stessi, in particolare tra i giovani. Non vi è alcun riferimento al collegamento tra tali esigenze e la specifica limitazione di orario prevista che, essenzialmente, prevede una lunga pausa di chiusura dalle 13 alle 18 (senza chiarire l’utilità di tale chiusura), senza alcuna differenziazione od eccezione. Il Comune fa altresì riferimento a studi relativi all’impatto del gioco d’azzardo nell’area comunale e comuni limitrofi, anche con specifico riferimento ai giovani tra i 14 e i23, anni, ma senza che da questi si possa trarre alcun riferimento all’utilità di una limitazione nella misura dell’ordinanza". LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

scommesse palermo

Scommesse, a Palermo sequestrata sala non autorizzata

05/12/2016 | 08:45 ROMA - È stato sequestrato dalla Polizia di Stato un centro scommesse abusivo a Palermo. All’interno della sala venivano raccolte giocate per conto di bookmaker esteri privi di concessione- Il gestore dell'esercizio...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password