Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

24/11/2016 | 11:44

Scommesse, Tar Veneto: “Dubbi sulla gestione delle sale legittimano il diniego della licenza”

facebook twitter google pinterest
tar veneto scommesse licenza

ROMA - Dubbi sulla “effettiva gestione e uso” della licenza di sicurezza legittimano il no della Questura alla richiesta di apertura di nuove sale scommesse. È quanto ha stabilito il Tar Veneto nella sentenza che respinge il ricorso di una società che aveva chiesto l’autorizzazione per un sala a Belluno. “Non è affatto in discussione la buona condotta dei soci ‘formali’, né la loro innegabile condizione di incensurati - si legge - ma viene invece in discussione la diversa questione concernente l’effettiva gestione ed uso, in concreto, della licenza per la quale è stata presentata istanza di rilascio, considerati i dubbi circa la effettiva titolarità sostanziale della società e/o comunque la probabile forte ingerenza nella stessa di soggetti  che potrebbero usare la licenza per fini ulteriori, e non leciti”. Lo stop della Questura è dunque legittimo “dato che, in materia di licenze di pubblica sicurezza, la motivazione del provvedimento negativo non richiede una particolare estensione dell’apparato giustificativo” e che in questo caso il provvedimento di diniego è basato “su fatti circostanziati che ben possono fondare ragionevolmente i dubbi nutriti dalla Questura”. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password