Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 17:11

Attualità e Politica

30/10/2015 | 17:13

Tassa slot da 500 milioni, alcuni operatori diffidano presidenza del Consiglio e Agenzia delle Dogane: “Nessun provvedimento contro concessionari”

facebook twitter google pinterest
tassa slot 500 milioni diffida

ROMA – I Monopoli di Stato devono annullare il decreto che individua nei concessionari slot i soggetti che devono versare – entro oggi - tutto l’importo della extra tassa da 500 milioni, ma non solo, il Ministero delle Finanze e la Presidenza del Consiglio devono abrogare l’articolo della legge di stabilità che ha introdotto il prelievo extra: è quanto si legge in una diffida che alcuni operatori – come apprende Agipronews da fonti del settore – avrebbero inviato ai “responsabili” della norma, ritenuta – si legge ancora – incompatibile “con il diritto comunitario”.

Nella diffida si sottolinea, in particolare, la violazione della libera concorrenza: il versamento della tassa extra violerebbe il principio di libera concorrenza perché “aiuto negativo” a favore “degli altri operatori del gioco” in Italia. Vista la violazione del principio comunitario, i Monopoli avrebbero dovuto disapplicare la norma: niente di tutto questo, visto che l'Agenzia con decreto ha inoltre stabilito l’obbligo del versamento “esclusivamente a carico dei concessionari, in proporzione al numero di apparecchi gestiti”. Con la diffida si chiede dunque di bloccare i provvedimenti e le eventuali sanzioni in caso di mancato pagamento o pagamento parziale, altrimenti “i funzionari degli Uffici competenti saranno ritenuti personalmente responsabili in solido con le Amministrazioni” dei danni per gli operatori.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

betsson ippica racebets

Giochi online: Betsson acquisisce RaceBets

07/12/2016 | 17:11 ROMA - Betsson AB, gruppo internazionale attivo nel settore dei giochi online, ha acquisito RaceBets, operatore specializzato nella raccolta ippica online che detiene licenze valide in Gran Bretagna, Irlanda, Malta e Germania. Si tratta...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password