Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 20:48

Attualità e Politica

18/01/2016 | 17:30

Tennis fixing, Costanzo (Essa): "Allerta immediata per ogni anomalia, un'ora di tempo per confermare casi sospetti"

facebook twitter google pinterest
tennis costanzo essa

ROMA - "Nel corso degli anni abbiamo inoltrato diverse segnalazioni alla Tennis Integrity Unit. Ogni volta che notiamo un dato anomalo - per il denaro investito o per il cambio di quote - viene creato un alert. Il warning viene poi immediatamente comunicato a tutti i membri". A parlare è Antonio Costanzo, vicepresidente di Essa (European Sport Security Association), l’organizzazione internazionale che raggruppa 19 bookmaker europei e asiatici, con oltre 40 milioni di clienti. L'Essa aveva segnalato nell'ultimo report, lo scorso ottobre, l'alto potenziale di combine del tennis, uno degli sport più a rischio: su 73 segnalazioni totali di flussi anomali di scommesse nel corso del terzo trimestre del 2015, 48 hanno riguardato questo sport, 16 il calcio e 3 il biliardo. Di questi, diciotto casi particolarmente significativi sono stati poi segnalati alle autorità sportive nazionali per ulteriori indagini: 13 riguardano il tennis (il 72% del totale), 4 il calcio e uno le corse dei levrieri. "Monitoriamo l'attività di tutti gli operatori membri della nostra organizzazione - continua Costanzo ad Agipronews - In caso di anomalie, dopo il primo warning, ognuno di loro ha un'ora di tempo per confermare l'allerta. Se ciò avviene, allora il 'suspicious alert' viene segnalato alle autorità competenti". Sono questi ultimi, conclude Costanzo, ad avere l'ultima parola sulle anomalie segnalate: "Spetta alle unità di integrity delle Federazioni accertarsi dell'esistenza effettiva di manipolazione dei risultati, perché non sempre un'anomalia significa match fixing". LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password