Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Estero

28/06/2016 | 14:21

Gioco online, Australia: i bookmaker si ribellano alla doppia tassazione

facebook twitter google pinterest
Gioco online Australia doppia tassazione

ROMA - Il regime di doppia tassazione che ha intenzione di introdurre lo Stato del South Australia scatena le proteste degli operatori autorizzati: la proposta è introdurre un prelievo sulla base del punto in cui vengono effettuate le giocate online, che andrebbe ad aggiungersi alle tasse nazionali per le licenze di gioco. I bookmaker sarebbero così obbligati a pagare il 15% degli utili sulle giocate provenienti dal South Australia. Una misura che il Governo del South Australia stima possa produrre nuove entrate per oltre 6 milioni di euro l’anno, ma che per i bookmaker avrebbe invece gli effetti opposti. “Si tratta di una norma nei fatti insostenibile - dice Ian Fletcher, direttore generale dell’Australian Wager Council, associazione che riunisce i principali operatori autorizzati - si penalizzano le aziende che hanno una licenza regolare, a vantaggio delle offerte illegali, che restano a un click di distanza dagli scommettitori e che non pagano alcuna tassa. Un prelievo del genere avrebbe l’effetto controproducente di danneggiare gli interessi del Governo, dei consumatori e delle federazioni sportive e ippiche, aggravando i costi per gli operatori che già versano denaro per le tasse federali e i contributi allo sport e all’ippica”.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password