Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Ippica & equitazione

22/12/2015 | 18:32

Ippica, Mipaaf: firmato decreto su criteri per erogazione sovvenzioni e classificazione ippodromi

facebook twitter google pinterest
Ippica Mipaaf: firmato decreto su criteri per erogazione sovvenzioni e classificazione ippodromi

ROMA - “In linea con l’obiettivo strategico teso alla realizzazione di un riposizionamento del ruolo degli ippodromi nel sistema ippico italiano, si è ritenuto assolutamente necessario procedere ad una complessiva rivisitazione del rapporto con le società di corse, basata sulla valutazione degli ippodromi secondo criteri di qualità e su di una loro conseguente classificazione". Lo ha chiarito il Sottosegretario al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con delega all’ippica Giuseppe Castiglione che proprio oggi ha firmato il decreto che contiene i “Criteri generali per l’erogazione delle sovvenzioni in favore delle società di corse e per la classificazione degli ippodromi”. 
Per la prima volta - spiegano dal Mipaaf in una nota - la valutazione è finalizzata alla valorizzazione del diverso contributo che gli ippodromi possono dare, in ragione delle proprie peculiarità, alla realizzazione dell'obiettivo di stabilizzazione del settore ippico e agli obiettivi di miglioramento della qualità tecnico organizzativa delle corse ippiche. La classificazione degli ippodromi si pone, quindi, come operazione propedeutica alla definizione sia del calendario delle corse che della nuova convenzione con le società di corse, in quanto finalizzata a garantire, in una prospettiva dinamica, la coerenza tra le potenzialità di ciascun ippodromo, l'attività di corsa a questo assegnata e la remunerazione conseguentemente riconosciuta.

Gli ippodromi - chiariscono ancora dal Mipaaf - saranno distinti in quattro categorie: ippodromi di rilevanza strategica, ippodromi di rilevanza istituzionale, ippodromi di rilevanza commerciale e ippodromi di rilevanza promozionale, tenendo conto dell’impiantistica, dell’attrattività e dell’affidabilità patrimoniale e capacità gestionale di ciascuna struttura. In stretta connessione con i parametri utilizzati ai fini della classificazione, il decreto individua anche i criteri generali per l’erogazione delle sovvenzioni in favore delle società di corse articolate nelle voci del contributo ‘impianti’, ‘corse’ e ‘riprese televisive’. Per lasciare alle società di corse lo spazio di tempo necessario per adeguarsi ai parametri il decreto prevede che la classificazione degli ippodromi avvenga nel 2017 sulla base dei risultati conseguiti dagli impianti nel 2016.

“Si apre una nuova fase per l’ippica italiana – ha concluso l'onorevole Castiglione – in cui l’impianto del nuovo sistema di finanziamento si caratterizza, per la prima volta, per l’adeguata valorizzazione di parametri quantitativi, indicativi dei costi, e di parametri qualitativi, indicativi dei risultati e delle performance, entrambi significativi della capacità dell’ippodromo di organizzare corse di qualità".
 RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password