Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Ippica & equitazione

14/04/2016 | 15:40

Ippica, Pautasso (Federippodromi): “Momento drammatico, inaccettabili proposte dal Ministero”

facebook twitter google pinterest
Pautasso Federippodromi

ROMA - Le imprese attive nell’ippica italiana stanno attraversando un “momento drammatico, senza adeguati interventi si rischia di travolgere l'intera filiera”. E’ quanto ha detto il presidente di Federippodromi Elio Pautasso, nel corso della conferenza stampa che si sta svolgendo oggi a Roma, indetta dalle associazioni di categoria in merito allo sciopero degli ippodromi del prossimo 18 aprile. “E’ una situazione che non ha precedenti - dice ancora - siamo responsabili di centinaia di famiglie, di cavalli, di asset pubblici, del gettito erariale. Tutte le società di corse, a eccezione di Taranto, Follonica e Firenze, hanno respinto con forza le proposte del Ministero relative al taglio delle risorse. Il rapporto contrattuale che avevamo con l’Unire e poi con l’Assi si è trasformato in una sorta di contribuzione quantificata ed elargita discrezionalmente dal Mipaaf. Il motivo della nostra protesta è l'assoluta incongruità delle risorse messe a disposizione, in totale assenza di un contraddittorio tecnico-giuridico sulla natura del rapporto e sulle modalità operative”. Secondo Pautasso la protesta coinvolgerà comunque anche gli altri impianti, almeno sul piano legale “per annullare gli atti del Ministero, ritenuti illegittimi, che stravolgono il normale esercizio degli ippodromi come imprese, trasformandoli in associazioni o club nei quali i soci, ogni anno, ripianano le perdite di tasca propria”. 

Pautasso sottolinea inoltre che il decreto dello scorso 25 marzo ha modificato radicalmente “la qualificazione delle società di corse e rende inconfigurabile ogni pagamento a loro destinato almeno fino al mese di ottobre. Ciò obbligherebbe le società di corse ad anticipare quasi un anno di spese e con questo stato di cose le società che gestiscono gli ippodromi sono impossibilitate a continuare la prestazione dei servizi. Speriamo che il buonsenso prevalga. Auspichiamo un intervento immediato del Ministero per rimuovere le cause che hanno determinato questa situazione”.

LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippica gran criterium trotto san siro

Ippica, Gran Criterium di trotto: i 12 cavalli al via

02/12/2016 | 16:38 ROMA - Sono confermati i 12 cavalli partecipanti al Gran Criterium, corsa di Gruppo 1 in programma all’ippodromo del trotto La Maura di Milano il prossimo 7 dicembre, ricorrenza di Sant’Ambrogio, patrono del capoluogo lombardo. Al...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password