Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Ippica & equitazione

16/09/2016 | 16:33

Ippica, San Siro: Premio Federico Tesio, Fabio Branca tenta il tris

facebook twitter google pinterest
Premio Federico Tesio ippica

MILANO – Il grande galoppo torna all’ippodromo di San Siro a Milano con il 109° Premio Federico Tesio, corsa di Gruppo 2 sui 2.200 metri con 132mila euro di montepremi. E’ la prima delle grandi corse della stagione autunnale di galoppo, che prepara un programma “in crescendo” con il Premio Vittorio di Capua e il Gran Premio del Jockey Club, previsti nelle prossime settimane, sino al gran finale con la giornata in ostacoli del 12 novembre prossimo. La giornata di domenica inizierà molto presto, con l’apertura dei cancelli alle ore 11.00 e inizio corse alle ore 15.00: il Parco Botanico dell’ippodromo del Gruppo Snai ospiterà per la seconda volta Wunder Mrkt, kermesse con oltre 150 espositori tra bancarelle artigianali, punti ristoro anche con piatti tipici regionali. Il tutto ambientato nei colori rosso e bianco a ricordo della giubba della scuderia Razza Dormello Olgiata, fondata da Federico Tesio nel 1898 insieme alla moglie Lydia, una scuderia che ha dominato per cinquant’anni l’ippica di tutta Europa grazie a purosangue entrati nella storia come Apelle, Angelica Kauffmann, Cavaliere d'Arpino, Donatello II, Nearco, Tenerani e Romanella, questi ultimi genitori del mitico Ribot.Sempre per celebrare i colori della Dormello Olgiata, la società Trenno – Gruppo Snai premierà la famiglia che meglio interpreterà nell’abbigliamento il bianco e il rosso, con un giro sulla carrozza storica che precederà la sfilata dei cavalli partecipanti al Premio Federico Tesio. Un altro premio sarà assegnato alla signora più elegante tra il pubblico di San Siro.
Nell’appuntamento clou della giornata occhi puntati su Fabio Branca che tenterà il tris in sella a Circus Couture: il fantino ha vinto le ultime due edizioni di questa corsa con Dylan Mouth, questa volta sarà ai cancelli di partenza sempre con i colori della scuderia Effevi con un purosangue maschio di tre anni che, in tutte le 14 corse disputate, è sempre entrato nel marcatore. Sono sei, infatti, le vittorie in carriera per Circus Couture, cui si aggiungono otto piazzamenti: da un anno a questa parte ha partecipato solo a corse di Gruppo, dopo aver vinto il Premio Ambrosiano lo scorso aprile e aver infilato tre secondi posti consecutivi si candida per tornare al primo posto. La quota Snai è 3,30. Esordio in Italia, invece, per il tedesco Fair Mountain, quattro anni di età, figlio di Tiger Hill e Fair Breeze, affidato a Carlo Fiocchi: dopo una serie di risultati non proprio soddisfacenti nella prima parte dell’anno, si presenta a Milano dopo aver vinto a Dusseldorf per la seconda volta in carriera, è atteso in forma e secondo Snai, anche per la sua esperienza in corse di Gruppo, è uno dei principali avversari di Circus Couture, a 3,50. Altro aspirante al primo posto è Full Drago, baio di tre anni presentato dalla scuderia Dioscuri che, per la prima volta, affida le sue redini a Cristian Demuro: dopo il terzo posto nel Derby di galoppo si è imposto nel Gran Premio d’Italia, disputato a San Siro lo scorso giugno. Nonostante la sua giovane età, cui si contrappone la maggior esperienza degli altri due favoriti, ha già messo a segno quattro vittorie e tre piazzamenti nelle sette corse disputate, il training è lo stesso di Circus Couture, la quota è 3,50. Buone chance anche per Kloud Gate, colori italiani – quelli della Razza Della Sila- ma lunga esperienza francese per questo quattro anni che ha ottenuto buoni risultati negli ippodromi francesi, dove corre ininterrottamente dallo scorso aprile. Se torna in Italia non è certo per figurare da comprimario, a 6,00 su Snai. Alla stessa quota un altro tedesco, Sound Check, tre anni e tre sole corse in carriera, ma con due vittorie che consigliano di tenere alta l’attenzione. Anche perché il suo fantino sarà Andrash Starke, cinque volte vincitore del titolo di miglior jockey tedesco e con un curriculum dove spiccano, tra le altre, le vittorie dell’Arc de Triomphe e delle King George VI and Queen Elizabeth Stakes in sella a una campionessa come Danedream, oltre ad aver vinto proprio il Premio Federico Tesio con Sternkönig nel 1995. A ridosso dei principali favoriti, a 11, c'è Matchwinner, terzo cavallo tedesco in gara. Specialista delle distanze lunghe, dall’alto dei suoi cinque anni d’età ha messo a segno tre vittorie nelle ultime quattro corse disputate. Inoltre, quest’anno solo una volta non è riuscito a piazzarsi in una delle prime tre posizioni. Da segnalare che Matchwinner è figlio di Sternkönig, vincitore del Tesio del ’95. Il primo dei possibili outsider è Porsenna, uno dei due «decani» degli otto partecipanti alla corsa: non vince dal maggio dello scorso anno ma in tutte le corse del 2016 è sempre arrivato a ridosso dei primi, le chance di vittoria sono scarse ma conosce bene le piste di San Siro (come il suo fantino Nicola Pinna) al contrario di tre dei suoi avversari tedeschi, a 16. Si chiude con Victory Song, mantello grigio e quarto rappresentante delle scuderie germaniche: al contrario dei suoi connazionali ha già calcato l’erba di San Siro con risultati più che buoni, gli appassionati di galoppo ricordano le vittorie nella Coppa d’Oro e nel Premio di Lombardia nel 2015 e il secondo posto nel Premio Cavalchina dello scorso aprile. Ama le distanze lunghe ma i sei anni d’età rischiano di farsi sentire, dalla sua parte il ritorno in coppia con Luca Maniezzi, fantino con cui ha ottenuto le due vittorie milanesi sopra citate: offerto a 21 su Snai. 
Il programma di domenica prevede in tutto sette corse: oltre al Premio Tesio si disputeranno due listed race, il Premio Coolmore per sole femmine di due anni e il Premio Cancelli, per cavalli di tre anni e oltre. Il Premio Emilio Trenta, che alle 15.00 aprirà il pomeriggio di corse, è una “condizionata” sui 2.200 metri per femmine di tre anni e oltre: è una prova di preparazione alle corse di Gruppo del prossimo autunno, e sarà seguita dal Premio Arcimboldi, per cavalli di due anni, anche in questo caso “testati” sui  1.000 metri in pista piana. Il Premio Tanaro, terzo appuntamento del pomeriggio, è un handicap che vale come corsa Tris straordinaria e vedrà impegnati cavalli di tre anni e oltre sui 1.200 metri. Il pomeriggio sarà infine chiuso dal Premio Monzoro, corsa handicap per cavalli di tre anni e oltre, sulla classica distanza del miglio (1.600 metri circa). L’intero pomeriggio di corse da San Siro sarà trasmesso in diretta sui canali UnireSat (220 di Sky) e UnireTv, visibile in tutti i punti di accettazione scommesse.
RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippica gran criterium trotto san siro

Ippica, Gran Criterium di trotto: i 12 cavalli al via

02/12/2016 | 16:38 ROMA - Sono confermati i 12 cavalli partecipanti al Gran Criterium, corsa di Gruppo 1 in programma all’ippodromo del trotto La Maura di Milano il prossimo 7 dicembre, ricorrenza di Sant’Ambrogio, patrono del capoluogo lombardo. Al...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password