Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Ippica & equitazione

16/08/2016 | 09:11

Ippica: Sophiaz e Sirena Del Sile, record nella corsa delle pariglie

facebook twitter google pinterest
ippica corsa pariglie

MONTECATINI TERME – Serata da doppio record al Sesana di Montecatini: nell’anno del centenario dell’ippodromo del Gruppo Snai, Sophiaz e Sirena Del Sile hanno vinto tre giorni fa la corsa delle pariglie fermando i cronometri sul tempo di 1.14.1 al chilometro, record per l’unica prova a coppie disputata al mondo, ma è da primato anche la presenza di Enrico Montesano, tornato “in pista” 40 anni dopo l’uscita nelle sale del film «Febbre da cavallo».

E’ stato proprio Montesano a fare da anteprima alla corsa delle pariglie: al centro della dirittura, a bordo di una carrozza trainata da un tiro a quattro e intervistato dal giornalista Sandro Sabatini, ha ripercorso le principali gag del film del 1976 diretto da Steno. Er Pomata, Mandrake, l’avvocato De Marchis, il driver Ciccolini e gli altri personaggi di «Febbre da cavallo» hanno fatto sorridere ancora una volta il pubblico, con Montesano che ha raccontato diversi dietro le quinte del film e rivelando che diversi passaggi erano quasi improvvisati, con la sceneggiatura che spesso veniva corretta in corso d’opera con il pieno appoggio di Steno.

Subito dopo la Corsa delle Pariglie – Premio Agricola Gloria Due: allo spettacolo delle coppie di cavalli lanciati al trotto si è aggiunto il ritmo forsennato imposto dal driver Gennaro Casillo. La sua coppia di femmine di cinque anni, Sophiaz e Sirena Del Sile, alla chiusura delle ali dell’autostart è partita spingendo al massimo tanto da indurre subito all’errore Scheggia Grad e See You Later. Le altre due coppie, Sama Jet – Papalione Cam e Poseidon Bar – Rondinella Cla, hanno faticato moltissimo per restare dietro alla coppia di testa, tanto da cadere anche loro in errore negli ultimi metri. Nonostante questo, Sophiaz e Sirena Del Sile hanno mantenuto il ritmo costante sino alla fine, tanto da stabilire il primato della corsa.

In precedenza, ancora spettacolo con il trotto montato: tutti attendevano lo specialista Niki Del Duomo con in sella Santo Mollo, invece è stato Rick Del Duomo con Fabio Settimio Mollo, fratello di Santo, a vincere la corsa prima rimontando Obama Di Celo, che aveva preso la testa fin dall’inizio, e poi controllando il ritorno di Niki negli ultimi cento metri. Al terzo posto Ryan Roc, che è riuscito a passare un ormai stanco Obama Di Celo.

Il Premio Dilly, corsa per driver non professionisti valida per il Campionato delle Stelle, è stato vinto dal giornalista Alberto Foà, in sulky a Radames Egral, dominatore assoluto della prova. Il baio di sei anni è rimasto nelle retrovie per la prima parte della corsa, condotta da Nembo Du Lac davanti a Per Bibi e Psyche Rab. Dopo circa un chilometro Ruba Bibi è passata al comando, ma in dirittura opposta si è lanciato molto all’esterno Radames Egral con uno stacco che gli ha permesso di prendere il comando e lanciarsi verso il traguardo. Tentativo di recupero degli inseguitori, assolutamente inutile: Radames Egral ha preso il largo e ha chiuso la corsa senza problemi. Al secondo posto Psyche Rab, guidata dalla cantante Petra Magoni, al terzo Per Bibi con in sulky il sindaco di Montecatini Terme, Giuseppe Bellandi.

Gli spettatori hanno avuto anche l’occasione di gustare assaggi di frutta fresca offerti da Agricola Gloria Due, sponsor della serata, e di ammirare una sfilata di carrozze storiche i cui equipaggi partecipano in questi giorni ad “Incanto Liberty”, con una serie di eventi per le strade della Città Termale per festeggiare i cento anni dell’ippodromo Sesana. RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

 Ippica San Ambrogio Gran Criterium di trotto milano

Ippica: Sant’Ambrogio con il Gran Criterium di trotto

06/12/2016 | 13:12 ROMA - Il mercoledì di Sant’Ambrogio, patrono di Milano, è tutto da vivere all’ippodromo del trotto La Maura con il Gran Criterium, corsa di Gruppo 1 per soli puledri di due anni. Dedicata alla memoria di...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password