Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/06/2017 alle ore 19:33

Ippica & equitazione

13/06/2017 | 20:40

Ippica: a La Maura prestazione super di Tutankhamon Mrs

facebook twitter google pinterest
ippica la maura 13 giugno 2017

MILANO - All’ippodromo Snai La Maura tra le sette corse in programma in questo convegno spiccava la 4^ corsa, Premio Leben Rl in cui ha vinto Tutankhamon Mrs. Subito in testa nella giravolta, il cavallo allenato e guidato da Marcello Vecchione ha snocciolato parziali ad effetto senza flettere mai, trottando la distanza in 1.54 (con avvio da fermo). Per il figlio di Pine Chip si tratta del terzo successo consecutivo, dopo i due centri napoletani. Paper Caf ha girato bene, sull'errore di Thanksgiving Ok è pure riuscito a scendere in seconda posizione, ma contro un rivale in giornata di grazia c'è stato ben poco da fare e il secondo posto è il massimo risultato possibile, anche perché in retta il cavallo allenato da Francesca Croce ha peggiorato la meccanica. L'altra penalizzata Student Of Life ha seguito Paper Caf finché ha potuto, poi ha mollato la presa badando al piazzamento.

Ma il pomeriggio è iniziato col Premio Chill Kronos dove l'errore di Oroscopo nella fase iniziale ha dato il via libera a Ocean Drive e Marco Castaldo siglare la "reclamare" riservata ai gentlemen posta in apertura di riunione. Sfruttando la consueta velocità iniziale, la cavalla allenata da Max Castaldo ha conquistato il comando in un amen e con 600 finali in 42 e spiccioli ha rifinito la sua performance cogliendo una facilissima affermazione. Secondo posto per il giudizioso Nerone D'Asolo, secondo dal via e poi pronto a sfruttare l'errore all'ingresso in retta di Odra che sembrava prevalente per la piazza d'onore, mentre Sigant Prav ha regolato Sugar Starlight per il terzo posto.

Anziani di cat. E a confronto sui 1650 metri nel Premio Doctor Sugar Rl. Il favorito Tiziano ha speso non poco per sfondare in 600 metri, è arrivato a completare il chilometro in 1.12.9 e ha provato la difesa in retta, ma si è dovuto arrendere alla stoccata di Trainer Bi, che ha confermato la forma della performance-record del 23 maggio. Con in sulky Davide Nuti, il cavallo di Holger Ehlert dopo la consueta partenza lenta ha cominciato la progressione a metà gara, ha trovato al km la schiena di Tania Cr che l'ha portato sino in retta, da lì ha piazzato una bordata che non ha dato scampo al sauro di Erik Bondo. Twiggy Effe ha corso bene, dopo aver partecipato in prima persona al violento parziale iniziale è ancora vitale in fondo, rientrando a Tania Cr per il terzo posto.

Seconda "gentlemen" del pomeriggio nel Premio Diorz con protagonisti cavalli di tre anni. Reduce da una vittoria bolognese sempre con il GD in cabina di regia, Victor Polet Si ha sfruttato la forma e lo schema "a pennello" per confermarsi anche sulla pista de La Maura: secondo dal via dietro Vistamar, il cavallo allenato da Nicola Bortolotti e guidato da Carlo Ballotta ha spostato al km, sull'ultima curva ha perfezionato il sorpasso sulla battistrada e in retta ha proseguito sicuro verso il traguardo. Vesta D'Esi ha corso con giudizio: terza dal via, è riuscita a contenere Viola all'esterno e le due sul calo drastico di Vistamar sono emerse alle piazze in retta. Viky degli Ulivi ha sbagliato a metà gara mentre figurava ai lati di Vistamar.

Alla settima uscita, si è finalmente tolto la qualifica di maiden l'interessante Victory Island, un "Donato Hanover" che Erik Bondo sta plasmando con gradualità. Con Federico Esposito in sediolo, il portacolori della scuderia Incolinx ha in breve ottenuto il "prego si accomodi" dalla scattante Venere di Poggio, ha controllato le puntate di Vestale D'Esi (poi in errore dopo 700 metri) e di Vendome Ok, e in retta ha concluso al minimo dei giri, senza lasciare troppo spazio all'appostata Venere di Poggio che è comunque riuscita a rimontare Vendome Ok (in leggera flessione nei metri finali) per il secondo posto.

Molto giocata, ma fallosa allo stacco all'ultima uscita, Ubara Jet si è prontamente riscattata nel Premio Zula, stringata prova per cavalli di 4 anni. La cavalla allenata da Francesco Puccio e guidata da Cesare Ferranti l'ha vinta in chiave tattica, conquistando in breve il comando e gestendo a piacimento i parziali nella prima parte di gara. Tutt'altra musica negli 800 finali, volati in 57 dalla vincitrice che ha così potuto controllare senza il minimo affanno il tentativo di un comunque valido Ulisse Ll, che al km aveva spostato dalla sua scia tentando l'attacco. Terzo posto per Une di Nando, mentre Unica Gso si era gettata di galoppo nella fase iniziale e Ulalia e Uma Laumar si sono eliminate sulla curva finale.

Affollata prova per cavalli di cat. G in chiusura di pomeriggio nel Premio Berberis. Replica Rl è rientrata al via ai rivali ma ha subito l'attacco all'arma bianca di Solitario (poi sparito a metà gara) che l'ha costretta a 600 metri iniziali in 42.7. Replica Rl ha proseguito coraggiosamente opponendosi anche al pressing di Saul del Ronco, ma in retta ha comprensibilmente alzato bandiera bianca e ha lasciato via libera all'attendista Tuono di Grana, con Carmelo Recupero, che dopo partenza prudente è risalito per seconde e terze ruote nella seconda metà gara. Secondo posto per Roulette Car su Replica Rl.

 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Royal Ascot CARAVAGGIO QUOTE BETFLAG

Royal Ascot: Caravaggio tra i favoriti su BetFlag

22/06/2017 | 12:48 ROMA - Nel Meeting Day4 di Royal Ascot il trainer O’Brien è alla ricerca della consacrazione dei suoi due allievi in G1: Caravaggio e Winter. Ecco l'analisi dei quotisti di BetFlag.  1200 metri. Commonwealth...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password