Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Ippica & equitazione

20/05/2016 | 16:51

Ippica, Gran Premio d’Europa: duello tra Timone Ek e l’italo-francese Traders

facebook twitter google pinterest
ippica san siro gran premio europa

ROMA - Domenica 22 maggio l’ippodromo del trotto La Maura di Milano ospita la 89ma edizione del Gran Premio d’Europa, classica prova di primavera per i cavalli europei di quattro anni, e il Gran Premio d’Europa Filly, per sole femmine europee di quattro anni. E’ uno degli appuntamenti più tradizionali per il trotto italiano: per la prima volta, il Gran Premio d’Europa è intitolato alla memoria di Edoardo “Edy” Gubellini, tra i più grandi driver e allenatori della nostra ippica, scomparso lo scorso anno. Tutte le corse di domenica, tranne il Gran Premio d’Europa e il Filly, sono abbinate al nome di uno dei migliori cavalli guidati da Edy; inoltre, figlio Pietro sarà in pista sia nel Gp Europa, alla guida di Tesoro Degli Dei, sia nel Gp Europa Filly, con Tentations Ans. Sarà una giornata di altissimo valore tecnico, perché oltre ai due Gran Premi sono in programma altre sette corse di cui almeno tre, i Premi Eskipazar, Our Dream of Mite e Narissò, vantano campi partenti di prestigio assoluto.
Il Gran Premio d’Europa è classificato come corsa di Gruppo 1, ha un montepremi di 209mila euro e si corre sulla distanza di 2.250 metri: è una prova impegnativa che richiede ai trottatori la piena maturità tecnico-agonistica, e che può essere considerato il terzo test generazionale milanese nella carriera di un cavallo, dopo il Gran Criterium, che si disputa a due anni d’età, e il Gran Premio Orsi Mangelli, riservato ai tre anni.
Nel pomeriggio sarà disputato anche il Gran Premio d’Europa Filly, per sole femmine europee di quattro anni: è una corsa di Gruppo 2 con 55mila euro di montepremi, sulla distanza di 1.600 metri; ha un importante valore nell’ottica delle future genealogie. Con le migliori femmine di una generazione in pista, allevatori e proprietari possono valutare quali possono essere le “mamme” più adatte per garantire all’ippica un futuro di sempre maggiore qualità.

Nel Memorial Edoardo Gubellini, curriculum stellare e ottima posizione nello schieramento dietro l’autostart, rispettivamente con i numeri 3 e 4: Timone Ek, già visto in ottima condizione a Torino, e Traders, nato in Italia e di scuderia francese (e proprio in Francia ha ottenuto eccellenti risultati), saranno i principali favoriti della corsa, con le guide affidate allo svedese Bjorn Goop e a Gabriele Gelormini, driver italiano abitualmente attivo sulle piste d’Oltralpe. Timone Ek e Traders hanno la stessa quota secondo Snai: 2,50. Occhi puntati su Tesoro Degli Dei: in sulky Pippo Gubellini, figlio di Edy, supermotivato per questa corsa. Parte con il numero 6 e quindi non va sottovalutato, in più - se si esclude la prova del Città di Torino – ha disputato una primavera eccellente con tre vittorie consecutive a Milano, Padova e Torino. La quota attuale è 9,00. Tuonoblu Rex, baio oscuro di scuderia olandese, è quotato 6,00: numero di partenza non facile (ha il 9), ma a Roma ha vinto la prima batteria del Derby, escluderlo dai papabili sarebbe un grave errore. Alla sua guida l’olandese Robin Bakker. Il vincitore del Derby, Testimonial Ok, è invece quotato 11: ha pescato il numero 1, il più interno, e rischia di essere chiuso alla partenza, inoltre non ha brillato nelle due ultime corse disputate e su di lui pesa qualche incognita, si affiderà al suo driver Enrico Bellei. Quota 11 anche per Troja D’Asolo, guidata da René Legati, da tenere in considerazione perché ama le distanze lunghe ed è la classica “passista” sempre regolare. Si passa a quota 21 per Totoo Del Ronco, che nonostante le sue redini siano affidate a Mario Minopoli jr non brilla per continuità pur avendo appena vinto il Premio Città di Napoli, e a quota 26 per Turno Di Azzurra e Tobias Del Ronco. Ruolo da outsider per Tuono Cross e per i compagni di scuderia Tino Roc e Taylor Roc, tutti a quota 31; Tantalo Pv farebbe felici soprattutto gli scommettitori, la sua vittoria è quotata 100.
Nel Gran Premio d’Europa Filly, Tuscania Pal è la più attesa: è la “reginetta” della sua generazione, sulla pista di Milano si è sempre distinta bene e in più è una specialista delle corse per sole femmine, ha vinto il Cacciari Filly a Modena, il Nazionale Filly a Milano e le Oaks del Trotto a Roma; quota 3,00. Molto vicine Tentations Ans (guidata da Pippo Gubellini) a quota 4,00, Trilly Wind con Enrico Bellei e Tessa Ob Sonic con Federico Esposito, entrambe a 5,00. Teresita Wise è quotata 8,00 ma parte con l’ottimo numero 3 e a Milano finisce quasi sempre almeno tra le piazzate. Talia Axe alterna primi posti a squalifiche per rottura, potrebbe non reggere la pressione (quota 10), Tiffani Dany parte dalla posizione più esterna e non scende sotto quota 13, pur essendo “messa meglio” di Tamure Roc quotata 16. Meno possibilità per le altre partecipanti: Tamia Jet e Terra Del Rio sono quotate 21, Tenerife e Tortuga 31.

L’intero pomeriggio di corse all’ippodromo La Maura sarà trasmesso in diretta su Unire Sat (canale 220 di Sky) e su Unire TV, con diversi collegamenti a partire dalle ore 13.30 circa. Le corse possono essere seguite in diretta streaming anche sul sito www.snai.it. I collegamenti da La Maura si alterneranno a quelli da Roma Capannelle, dove si disputa il Derby Italiano di galoppo.

 

Foto De Nardin – Trenno

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password