Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 15:17

Ippica & equitazione

07/11/2015 | 15:46

Ippica, La Maura trotto: domenica 8 novembre Gran Premio delle Nazioni e Coppa di Milano

facebook twitter google pinterest
ipppica la maura

MILANO – Giusto il tempo di “archiviare” il Gran Premio Orsi Mangelli e il grande trotto torna subito in pista a La Maura trotto, con il Gran Premio delle Nazioni e la Coppa di Milano, corse di Gruppo 1 e 2 per cavalli di quattro anni e oltre. E’ la seconda delle tre domeniche consecutive che riservano i più importanti appuntamenti per l’ippodromo La Maura, domenica 15 novembre sono in programma il Gran Premio d’Europa e il Gran Criterium.

   Il Gran Premio delle Nazioni è una corsa di Gruppo 1 per cavalli di quattro anni e oltre: trottatori nel pieno della maturità agonistica, che si sfideranno sulla distanza di 2.250 metri. E’ una corsa di grande tradizione, sia perché dedicata alla memoria di Vittorio Di Capua, storico presidente di Trenno e segretario della Sire (Società per l’incoraggiamento delle razze equine), sia perché l’albo d’oro del Gp Nazioni riporta i nomi di campioni del trotto mondiale quali Frances Bulvark, la svedese che vinse a sorpresa la prima edizione, con gli allibratori che pagarono le vincite 57 a 1, passando per Une De Mai, Wayne Eden, Ideal Du Gazeau, Indro Park, Crowing Classic, e soprattutto il campione dei campioni, Varenne.

   Saranno in 11 al via dietro l’autostart: trittico di favoriti composto da Moses Rob, Nephenta Lux e Pascià Lest. Quest’ultimo, dopo un’estate tra Francia e Belgio a risultati alterni, è tornato a vincere un mese fa a Tolosa imponendosi nel Grand Prix du Sud-Ouest, corsa di Gruppo 2, ma potrebbe trovarsi a disagio a causa del posizionamento non ottimale nello schieramento di partenza. Nephenta Lux e Moses Rob sono arrivati prima e secondo nel Premio Turilli a Roma, sempre un mese fa. Le quote Snai: Moses Rob 2,5 (dei tre è quello che ha pescato il numero migliore allo start, compensa i suoi nove anni d’età), Nephenta Lux 5,00, Pascià Lest 7,00.

   Quota 7,00 anche per Orient Horse, tornato di recente in Italia dopo quasi due anni di corse esclusivamente francesi. Non corre un Gruppo 1 dall’aprile del 2013 mesi, parte di fianco a Nephenta Lux, se la femmina scatta subito in avanti rischia di essere assorbito dagli avversari.

   Buone possibilità anche per Ribot Ek, visto in miglioramento nelle ultime corse e quotato 8,00, mentre Probo Op e la francese Vincennes, schierate in seconda fila, dovranno farsi strada da subito per portarsi nelle prime posizioni:  per entrambi la quota è 11, la stessa di Rombo Di Cannone, ben messo al via ma con mezzi inferiori agli avversari.

   Si passa ai possibili outsider: Napoleon Bar ha il numero migliore nello schieramento iniziale ma ha fallito nelle più recenti corse di Gruppo (quota 16), Rossella Ross non vince una corsa dallo scorso mese di marzo (21), Roxanne Bar ha il ruolo di sparring partner per il compagno di scuderia Napoleon Bar (51).

   La Coppa di Milano, classificata Gruppo 2, si disputa con la formula delle due batterie di qualificazione più finale, cui accedono i primi cinque classificati di ciascuna batteria. Anche in questo caso i cavalli ammessi devono avere quattro o più anni di età, si corre però sulla distanza di 1.650 metri.

   Nella prima eliminatoria le maggiori chance sono per Miguel Wf, specialista di questa distanza (quota 3,50) e per Onoria che partirà con il numero 1 e ha qualità da scattista al via (quota 4,50). A quota 6,00 anche Ravenna, affidata alla guida di Gabriele Gelormini per ritrovare quella vittoria che manca da quasi un anno. In questo pool di favoriti possono infilarsi Radio Wise, Rania Lest, Per Amore Gual, Reine Du Zac e Romanza Font: per tutti la quota è 11. Qualifica difficile invece per Papandreu (16), Sirdar Ferm e Parinaz, entrambi quotati 31.

   Seconda batteria: la femmina da battere è Potenza Om, parte con il numero 6 ma non ha problemi anche nel dover correre per linee esterne (quota 4,00). Rodeo Drive Ok parte dalla posizione più difficile ma la sua classe può compensare (quota 4,00), discorso simile per Louvre (5,00) mentre Roger Prav (6,00) può sfruttare la scia di Potenza Om. Le posizioni più interne sono per Rue Varenne Dany, decisamente potente ma incostante, e Nando Font, entrambi quotati 8,00. Dovranno darsi da fare Putnik D’Aghi (11), Ranymede Fas (16) e Severino (21). RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password