Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/03/2017 alle ore 14:15

Altri sport

18/11/2015 | 14:47

Basket, Eurolega: turno difficile per Milano e Sassari nelle quote Snai

facebook twitter google pinterest
Basket Eurolega Milano Sassari

ROMA -  Sesto turno di regular season di Eurolega con partite tutt’altro che facili per le due squadre italiane, Armani Milano e Banco di Sardegna Sassari, entrambe ultime nei rispettivi gironi di qualificazione. La partita più difficile attende domani la squadra milanese: una vittoria su cinque partite in Europa, ma anche in campionato dopo aver perso domenica a Torino, la trasferta con il Laboral Kutxa Vitoria non è proprio l’occasione migliore per invertire il trend negativo. All’andata Milano aveva vinto 78-76 ma la squadra “girava” decisamente meglio rispetto alle ultime e opache prestazioni, Snai vede gli spagnoli favoriti a 1,19, mentre per l’EA7 Armani la quota è 4,10. Nella scommessa con handicap, il Laboral parte da -9,5 punti a 1,90, EA7 a 1,80. Più equilibrata Sassari – Darusafaka, pur con gli ospiti favoriti. Anche i campioni d’Italia in carica stanno vivendo un periodo grigio: in campionato sono stati sconfitti da Bologna (penultima in classifica), e a livello continentale va ancora peggio, con cinque sconfitte in cinque partite. Snai vede la formazione turca favorita a 1,65, la prima vittoria stagionale in Eurolega del Banco di Sardegna è a 2,10. Per quanto riguarda il gioco con handicap, il Darisafaka parte da -2,5 a 1,80, per Sassari a 1,90. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

tennis miami fognini nadal quote

Tennis, Miami: Fognini aspetta Nadal, l’impresa vale 5,50

30/03/2017 | 13:44 ROMA - Fabio Fognini protagonista a Miami, dove per la seconda volta in carriera raggiunge la semifinale di un Masters 1000. Il colpo contro Kei Nishikori mette davanti al tennista azzurro una sfida ancora più proibitiva, almeno...

scommesse f1 vettel ferrari

F1, super Vettel: è già favorito per il Gp della Cina

29/03/2017 | 17:06 ROMA - Era da una bel po’ che non succedeva. Per la precisione da agosto del 2015. Cosa? Che una Ferrari fosse favorita per vincere un Gran Premio di Formula 1. Allora, con Vettel in pole position e le Mercedes che arrancavano...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password