Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/07/2017 alle ore 17:10

Altri sport

05/07/2016 | 14:30

Esports Integrity Coalition, un radar internazionale contro le truffe

facebook twitter google pinterest
Esports Integrity Coalition

ROMA - Il giro d’affari degli eSports è ricco e come per gli altri sport professionistici tradizionali il rischio di combine e truffe legate all’alterazione dei risultati dei match è da tenere in considerazione: per questo è stata creata e presentata oggi a Londra la Esports Integrity Coalition (Esic), che si occuperà di “prevenire, indagare e perseguire chi proverà a mettere in atto ogni forma di truffa, dalla manipolazione dei risultati al doping”.

Tra i membri fondatori di Esic, che punta a coinvolgere il maggior numero possibile di operatori e aziende coinvolte negli eSports, ci sono Sportradar, operatore internazionale che si occupa di fornire i sistemi di controllo sui flussi di scommesse, il produttore di software Intel, le aziende attive nel settore degli eSports e Unikrn e Esl, e l’operatore di scommesse Betway.

“Lo scorso anno gli eSports hanno mosso un mercato legale da 250 milioni di dollari - dice Ian Smith, nominato Integrity Commissioner della Esic - riteniamo che il mercato illegale possa valere dieci volte tanto. Con dimensioni simili gli eSports sono diventi interessanti proprio per un tipo di persone che vorremmo tenere lontani, in particolare i soggetti attivi nel crimine organizzato”.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password