Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/07/2017 alle ore 18:00

Altri sport

03/10/2016 | 15:49

Lotta al match fixing, Pepe (Betaland): "Formazione fondamentale, con Sportradar abbiamo scelto i migliori nel settore"

facebook twitter google pinterest
Sportradar betaland pepe capo d'orlando

ROMA - "I valori etici sono alla base della nostra azione. Siamo giovani, abbiamo solo due anni di vita ma abbiamo chiaro l'obiettivo del nostro logo 'fun first', vale a dire divertimento e intrattenimento". Lo ha sottolineato Nicola Pepe, Responsabile relazioni istituzionali di Oia Service-Betaland, nel corso della presentazione dell'"Integrity Day", a Capo d'Orlando. L'iniziativa è finalizzata alla prevenzione del fenomeno del match fixing ed è organizzata da Betaland Capo d'Orlando e Sportradar. "Vogliamo essere primi in tutto, abbiamo scelto Capo d'Orlando perché è una realtà speciale e con un legame strettissimo con la comunità. - ha aggiunto Pepe - Vogliamo lanciare messaggi positivi a chi segue la pallacanestro. Formazione e informazione sono fondamentali per spiegare che il match fixing è anche un danno gravissimo per i concessionari autorizzati, che sono le prime vittime delle truffe, oltre che una ferita per lo sport. La formazione è fondamentale per estirpare questo problema dal mondo dello sport. Con Sportradar - ha concluso  - abbiamo scelto i migliori nel settore. Anche la scelta del Bari Calcio servirà per amplificare il messaggio che vogliamo lanciare. 
NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password