Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 17:35

Scommesse

15/02/2016 | 15:44

Scommesse, Ciavarella (CEO Empire Global - Newgioco): "Sanatoria Ctd e tassa sul margine penalizzano operatori"

facebook twitter google pinterest
sanatoria scommesse ciavarella empire global newgioco

ROMA - Oltre 18 milioni di Euro di raccolta nell’ultimo bimestre 2015, circa 1.000 punti ricarica, sette corner e 2 agenzie di scommesse sono i forti risultati del piano di sviluppo aziendale che ha implementato un anno fa. In attesa di una gara del betting che sarà cruciale per i programmi della società, Mike Ciavarella - CEO di Empire Global Corporation - annuncia la campagna di "rebranding" di Newgioco, la controllata italiana di Empire. “E' l'occasione per capitalizzare in un mercato del gioco maturo, siamo entusiasti per un 2016 pieno di scadenze importanti”.

 

Ciavarella, come giudica la nuova sanatoria per i centri esteri, che proprio in questi giorni ha registrato l’entrata di nuovi operatori nel mercato regolato?

La decisione del governo di concedere anche quest’anno una sanatoria ai centri non collegati al totalizzatore, è stato un duro colpo per gli operatori regolamentati italiani, che hanno subito per anni - e continuano a soffrire - una concorrenza forte, incontrollata e sleale. I nostri competitor sono cresciuti grazie ad un sistema di scommesse non autorizzate e ora – a oltre un anno dal primo condono - continuano ad offrire almeno una parte dei loro prodotti su piattaforme “.com” senza penalità o imposte. Fortunatamente, dovranno adottare una piattaforma regolamentata ma, nel frattempo, la rete storica, come la nostra, è sottoposta a severi controlli rigidissimi. Per esempio, in un punto vendita ricariche in una città settentrionale collegato alla nostra rete vendita per un solo mese, abbiamo dovuto pagare una multa di 5mila euro perché un giocatore presso la sede è stato fermato dalla polizia in possesso di un promemoria di scommessa telematica di tre euro con il codice fiscale di un scommettitore diverso. Spero che saranno imposti i medesimi controlli oltre che sanzioni per i centri sanati o “.com”. In Nord America un trattamento così disomogeneo, in un settore così fortemente regolamentato, non sarebbe tollerato o permesso.

 

Come giudica un’altra degli novità della legge di stabilità, la tassazione sul margine nel betting?

Ritengo sia stato un grave errore, che favorisce i grandi operatori online con una politica di alti pay-out per i propri giocatori. I legislatori hanno soddisfatto il grande interesse gli operatori online stranieri, operanti da giurisdizioni straniere con leggi fiscali favorevoli, a scapito dell'occupazione locale. L'industria del gioco regolato crea occupazione diretta e indiretta, è un beneficio per la comunità e guida la crescita economica di questo paese. Se un bookmaker paga meno del 78 per cento in vincite, che è la linea di “pareggio” tra la vecchia e la nuova aliquota, la tassazione sul margine sarà estremamente dannosa per gli operatori. Dal punto di vista metrico, se in un mese produciamo un margine lordo del trenta per cento, ad esempio, finiremmo per pagare una tassa del 6,7 per cento al posto del precedente 4,6.

 

Come è stato l’andamento del business nel 2015?

La nostra attività è cresciuta, abbiamo attirato molti operatori e punti vendita non autorizzati e li stiamo aiutando a confluire nel sistema regolamentato - sotto la nostra licenza, per ora, come punti vendita ricariche, nel futuro con un diritto nel nuovo bando. Sono almeno cento le posizioni che abbiamo convertito. Inoltre, ora abbiamo una lunga lista di candidati pronti a partecipare con noi alla gara. Per il momento, molti di questi ultimi hanno scelto di rimanere agenzie “.com”, ma crediamo che le cose cambieranno nel giro di pochi mesi.

 

Non abbiamo notizie definitiva sul completamento l'acquisizione di altri operatori autorizzati in Italia, come annunciato ad Agipronews circa un anno fa.

E’ vero, alcuni negoziati avviati con altre imprese regolamentate non sono tutt’ora conclusi o andati a buon fine, per almeno un paio di ragioni. Una è la vicinanza alla gara che concentra i nostri sforzi sulla ricognizione della rete; l’altro aspetto riguarda l’incertezza e il timore che le società italiane hanno nell’adottare un modello di business estero, diverso da quello italiano a cui sono abituati. Tuttavia, il progetto Newgioco ha convinto alcuni banchieri e investitori nei mercati del Nord America, che hanno sviluppato un apprezzamento per la qualità del mercato italiano dei giochi e che hanno stanziato un buon capitale per la partecipazione alla prossima gara e per il successivo sviluppo. Il nostro obiettivo è quello di aggiudicarci un numero di diritti compreso tra 200 e 500, con un investimento - prima e dopo il bando - che oscillerà tra i 10 e i 15 milioni di euro. NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

scommesse sci alpino gigante sestriere

Sci Alpino: le azzurre Goggia e Bassino conquistano i bookie

08/12/2016 | 17:35 ROMA - E' già stata definita l'astro nascente della squadra azzurra al femminile, tre volte sul podio da inizio stagione e non solo in gigante, ma anche in discesa e superG. Gli occhi dei tifosi italiani, e delle avversarie,...

scommesse 88 calcio champions juventus

Champions League, Juventus avanti tutta: il trionfo a 14,00

08/12/2016 | 12:15 ROMA - La Juventus batte 2-0 la Dinamo Zagabria e chiude al primo posto il gruppo H di Champions League, davanti al Siviglia. In vista del sorteggio degli ottavi, in programma lunedì prossimo i bianconeri evitano Barcellona...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password