Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Scommesse

11/09/2016 | 15:12

Contrasto al match fixing: Federazione Sammarinese Giuoco Calcio e Sportradar presentano il progetto di integrity

facebook twitter google pinterest
scommesse match fixing sportradar san marino

ROMA - La Federazione Sammarinese Giuoco Calcio (FSGC) e Sportradar AG, società leader a livello mondiale nel monitoraggio delle scommesse e nella lotta al match-fixing nonché partner ufficiale della UEFA, insieme in un progetto di educazione e formazione per la prevenzione ed il contrasto delle frodi sportive. Il progetto sarà illustrato dettagliatamente nel corso della conferenza di presentazione, che si terrà domani, 12 settembre, alle ore 21.00 presso la sala conferenze della Casa del Calcio, e che vedrà la partecipazione di tutto il calcio sammarinese, con relatori principali l’Integrity Officer della FSGC Avvocato Massimiliano Rosti, il Direttore dell’Ufficio Centrale Nazionale Interpol della Repubblica di San Marino Maurizio Faraone e l’Avvocato Marcello Presilla, responsabile Sportradar per l’Italia. 

“La Federazione Giuoco Calcio di San Marino si è dotata, ormai da tempo, di norme chiare e precise, che impongono ai suoi tesserati il rispetto di ben determinati comportamenti in relazione alle ipotesi ricollegabili alla manipolazione delle gare ovvero alla pratica delle scommesse. - spiega Massimiliano Rosti - La credibilità del sistema sportivo ci vede operare sempre con grande attenzione su questi temi, per questa ragione abbiamo ritenuto importante affiancare alla nostra attività quotidiana di presidio della legalità, una iniziativa come quella odierna, condotta insieme a Sportadar, partner ufficiale della Uefa ed operatore specializzato nella prevenzione e contrasto al match-fixing a livello mondiale". Tutto il calcio sammarinese sarà impegnato in un Integrity Tour che consisterà in corsi e workshop formativi sul fenomeno match-fixing condotti dagli esperti di Sportradar AG. Durante gli incontri, verranno illustrati e commentati con i partecipanti alcuni casi reali e concreti di manipolazione dei match, verificatisi in vari Paesi del mondo, con l’ausilio di filmati che aiuteranno a sensibilizzare atleti, dirigenti e staff tecnici sui “segnali” di possibili frodi, approfondendo tutte le relative implicazioni normative, sportive e penali, fino alla costruzione di un vero e proprio identikit del cosiddetto "fixer".Ampio spazio, infine, sarà dedicato al ruolo dei nuovi mezzi di comunicazione, i social network, che spesso diventano strumenti cruciali nei casi di match fixing, soprattutto nei tentativi di approccio di atleti e addetti ai lavori.

"Le partite di calcio sammarinese, sia di campionato che di coppa, sono offerte ormai stabilmente sui mercati internazionali del betting, ragion per cui si può scommettere su queste partite da altri Paesi e finanche da altri continenti. Si tratta di una situazione pienamente in linea con le tendenze del betting mondiale, che continua a crescere a ritmi importanti. Si stima che in una stagione intera vengano raccolti oltre 4 milioni di euro in termini di scommesse su queste partite, con match di cartello che in alcuni casi possono raggiungere anche i 100mila euro di raccolta - ha spiegato Marcello Presilla - Cresce anche il numero dei bookmakers, pronti a inserire questi match nel proprio palinsesto, cosi come la varietà delle tipologie di scommesse. Ciò premesso, l’iniziativa che stiamo lanciando insieme alla Federazione Sammarinese Giuoco Calcio, che ringraziamo per la sensibilita’ mostrata, si colloca nell’alveo delle iniziative e dei progetti di formazione ed educazione varati e condotti in questi anni, in Italia come all’estero, da Sportradar in stretta collaborazione con le Federazioni e le Leghe nel calcio ed in altre discipline sportive. Si tratta di programmi basati sull’expertise di Sportradar, che nella sua attività di prevenzione e contrasto al match-fixing ha identificato e segnalato alle autorita’ sportive e penali, in tutto il mondo, dal 2008 ad oggi oltre 2.600 di casi di partite ritenute altamente sospette di manipolazione per ragioni legate alle scommesse". 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password