Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/05/2018 alle ore 19:00

Attualità e Politica

01/02/2018 | 12:42

"Game Over", nei verbali del superpentito Mario Gennaro i legami di Bacchi con gli ambienti mafiosi di Palermo

facebook twitter google pinterest
GAME OVER MARIO GENNAIO SICILIA

ROMA - Anche il superpentito Mario Gennaro - condannato poche settimane fa dal Tribunale di Reggio Calabria perché ritenuto il "garante" degli interessi della 'ndrangheta calabrese nel gioco online - ha riferito ai magistrati dei rapporti mafiosi dell'imprenditore Benedetto Bacchi, arrestato questa mattina perché ritenuto in affari con Cosa nostra dalla Procura di Palermo. Per questo "Ninì" e i suoi soci sono stati coinvolti anche nell'inchiesta "Gambling", condotta due anni e mezzo fa dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria: a pagina 4 del verbale redatto il 18 novembre 2015  davanti alla Procura di Reggio Calabria - che Agipronews ha potuto leggere - "Mariolino" riferisce di un "Accordo territoriale con le famiglie mafiose, proposto da Bacchi, al fine di operare a Palermo solo con un bookmaker maltese (B2875, ndr). Nella propria rete commerciale, l'imprenditore e un suo socio siciliano affiancavano dei soggetti intermedi tra la proprietà e i master di zona - contraddistinte da percentuali - che non si riferivano alle commissioni dovute per l'attività ma rappresentavano quanto spettante alle famiglie mafiose che governavano il territorio". 

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password