Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/09/2018 alle ore 09:15

Attualità e Politica

22/05/2018 | 09:12

Giochi, Monfalcone (GO): completata la mappatura dei luoghi sensibili, sono 95

facebook twitter google pinterest
Giochi Monfalcone mappatura luoghi sensibili

ROMA - Sono 95 i luoghi sensibili a Monfalcone (GO) rispetto ai quali è stata vietata l’installazione di slot machine a una distanza inferiore ai 500 metri, secondo quanto prevede la delibera di giunta approvata il 9 maggio scorso, che recepisce le norme contenute nella legge regionale del 2014 sulle “Disposizioni per la prevenzione, il trattamento e il contrasto della dipendenza da gioco d’azzardo, nonché delle problematiche e patologie correlate”, modificata dalla legge regionale del 2017. «Abbiamo rispettato la legislazione regionale attenendoci pertanto all’elenco dei “punti sensibili”. Riconosciamo evidentemente i rischi in ordine alla dipendenza da gioco d’azzardo e i problemi o patologie correlati, ma non è volontà dell’amministrazione comunale porci in modo aggressivo a questa materia. È stata quindi un’adozione delle norme asettica, nel rispetto di chi lavora. È altrettanto vero che è inutile assumere misure ulteriormente restrittive, considerata la vicinanza alla Slovenia, arrecando piuttosto un danno alle attività della città», ha detto l’assessore al Commercio, Luca Fasan, come riporta Il Piccolo. «L’adozione della normativa significa anche responsabilizzare gli stessi imprenditori delle attività commerciali, nel cautelarsi in ordine alla possibilità o meno di installare le apparecchiature. In sostanza è una doppia responsabilità, in termini di tutela dei luoghi sensibili e di chiarezza di strumenti legislativi ai fini della gestione delle proprie attività», ha spiegato. «Ogni amministrazione locale ha la facoltà di interpretare la norma, assumendosi evidentemente la relativa responsabilità. Noi abbiamo scelto di mantenere la linea dell’adozione asettica. Questo è un “assist” agli operatori che vogliono investire nel territorio. La questione piuttosto sta nella volontà e nella consapevolezza delle persone ad approcciarsi a questa tipologia di gioco in modo corretto ed equilibrato», ha concluso. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password