Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/05/2019 alle ore 20:33

Ippica & equitazione

17/05/2019 | 18:09

Piazza di Siena, detenuti al lavoro sulle aree verdi, Frongia (Roma Capitale): “Beneficio per la comunità e preziosa opportunità di reinserimento”

facebook twitter google pinterest
PiazzadiSiena frongia

ROMA - Se Piazza di Siena si presenterà al mondo più attraente e curata che mai sarà soprattutto merito di una ventina di detenuti del carcere di Rebibbia, che da un paio di settimane si stanno dedicando alla cura del verde di Villa Borghese, nella zona deputata al concorso ippico in programma dal 23 al 26 maggio. Questa mattina, mentre lavoravano, hanno ricevuto la visita dell'assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma, Daniele Frongia, coordinatore delle iniziative portate avanti da Roma Capitale per il reinserimento dei detenuti, e di Marco Di Paola, presidente Fise. «Per noi ogni giornata trascorsa in questo modo vuol dire metà pena - ha detto uno dei neo-giardinieri a Frongia - Stiamo imparando un mestiere, con la speranza di trovare lavoro in una cooperativa quando saremo fuori». L'intervento su Piazza di Siena fa parte del progetto “Mi riscatto per Roma”, partito circa un anno fa e frutto di un accordo fra Roma Capitale, il Tribunale di Sorveglianza di Roma e il DAP (Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria), che impiega in tutto 70 detenuti. Tutti loro ricevono un corso di formazione e possono ottenere un “sussidio di accompagnamento” finanziato dalla Cassa delle Ammende, un ente del Ministero della Giustizia presieduto da Gherardo Colombo. «Non è un progetto spot – ha detto Frongia - ma una iniziativa strutturata. I detenuti sono impiegati in varie zone della città secondo una programmazione precisa. Così possono rendersi utili alla comunità e nello stesso tempo imparare un mestiere, il che potrebbe aiutarli in maniera decisiva una volta usciti dal carcere». MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password