Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/07/2018 alle ore 20:38

Attualità e Politica

14/05/2018 | 14:30

Piemonte, Pucci (pres. Astro) ai consiglieri regionali: "Legge bocciata da ricerche e dati, allo studio nuova slot anti-ludopatia"

facebook twitter google pinterest
Piemonte Pucci Astro consiglieri regionali slot ludopatia

ROMA - “Le politiche di regione e dei comuni si sono concentrate sugli apparecchi – ha detto ancora Pucci - generando l’errata percezione di equivalenza tra “gioco” e “macchinette” oppure che colpendo queste ultime anche gli altri giochi sarebbero tornati innocui: un dato smentito dalle ricerche prodotte durante l’audizione e realizzate negli ultimi mesi da Nomisma, Cnr, Istituto Bambin Gesù, Agcom. La legge regionale deve occuparsi dell’intera offerta di gioco, poiché altrimenti si sposta solo il fatturato all’interno del circuito industriale, impedendo di adeguare la normativa alle risultanze degli studi scientifici”. Nel corso dell’incontro, Astro ha annunciato che i costruttori di apparecchi stanno progettando un prototipo che risponde alle indicazioni dell’Osservatorio Nazionale sul Gap. Tra gli strumenti previsti, l’inserimento di un limite massimo di spesa e tempo di gioco da parte degli utenti, esaurito il quale la macchina si metterà in stand-by. Inoltre, messaggi relativi al contrasto al Gap saranno randomicamente trasmessi sul video. L’apparecchio potrà poi rispondere ai blocchi orari fissati anche su base regionale. In ogni caso, la “nuova” slot avrà una scheda di sblocco che l’esercente consegnerà al giocatore solo dopo averne verificato la maggiore età. Astro ha poi proposto corsi di formazione finalizzati ad evitare criticità di natura sanitaria. Pucci ha quindi proposto misure alternative all’espulsione degli apparecchi dal territorio piemontese: “Due sono le opzioni: mantenere l’attuale distanziometro, introducendo deroghe per le attività in grado di allestire il piano contro il Gioco d’azzardo patologico, oppure modificarlo introducendo un sistema di tutela del decoro e delle sensibilità, in grado di evitare sia aree ad eccessiva densità di insediamenti di gioco sia zone prive di offerta”, ha concluso.
NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password