Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/10/2018 alle ore 09:57

Attualità e Politica

22/03/2018 | 17:51

Ancona, nuovo regolamento sui giochi: fascia oraria unica per le slot e meno luoghi "proibiti"

facebook twitter google pinterest
ancona regolamento giochi

ROMA - La Giunta Comunale di Ancona ha emanato un nuovo regolamento sui giochi: con delibera del 20 marzo scorso è stato approvato il documento che disciplina l'esercizio di slot, Vlt, scommesse e lotterie istantanee e che prossimamente, per l'entrata in vigore definitiva, dovrà avere il via libera del Consiglio Comunale. Il provvedimento va a sostituire integralmente la delibera che la stessa amministrazione aveva proposto il 28 novembre 2017, e che in questi mesi non è mai stata messa all'attenzione del Consiglio. Due le principali novità: in primo luogo si stabilisce una fascia unica di accensione degli apparecchi (nel precedente regolamento si parlava di tre fasce): le sale scommesse, Bingo e Vlt potranno rimanere aperte dalle 14.00 alle 24.00, mentre le slot installate negli esercizi pubblici (bar e tabacchi) potranno funzionare dalle 10.00 alle 20.00.

Quanto alle distanze, fa testo la legge regionale che vieta l'installazione di apparecchi a meno di 500 metri da scuole, istituti di credito, sportelli bancomat, uffici postali e compro oro. Esclusi però, a differenza della precedente delibera, diversi altri luoghi sensibili quali caserme, luoghi di culto, impianti sportivi e ospedali.

Il nuovo regolamento è frutto anche del confronto che la Giunta ha avuto con i rappresentanti del dipartimento delle dipendenze e le associazioni di categoria, tra cui Astro-Confindustria sit il cui vicepresidente Paolo Gioacchini, presente ai vari incontri, ha espresso moderata soddisfazione, soprattutto per aver percepito la volontà dell’amministrazione comunale di trovare un punto di equilibrio tra la tutela della salute dei cittadini e le esigenze imprenditoriali di chi si occupa per conto dello Stato della raccolta di gioco sul territorio, aggiungendo che «permangono comunque diverse criticità sul nuovo regolamento, per le quali continueremo a chiedere incontri all'amministrazione». MF/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password