Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/05/2018 alle ore 20:34

Attualità e Politica

21/02/2018 | 13:54

Giochi, dal Consiglio di Stato ok a limiti orari a Verona: «Misure adatte a tutelare salute pubblica»

facebook twitter google pinterest
consiglio di stato verona giochi limiti orari

ROMA - Il Consiglio di Stato ha confermato la legittimità del regolamento del Comune di Verona, che limita l’orario di funzionamento di slot e vlt a otto ore giornaliere (dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22). La Seconda sezione ha respinto il ricorso al Presidente della Repubblica presentato dalla Ambassador Casinò, titolare di una sala vlt, contro l’ordinanza entrata in vigore nel 2016 e contro le sanzioni ricevute per la violazione del regolamento. Alla base del provvedimento, secondo il Collegio, c’è un’«approfondita istruttoria» sul fenomeno del gioco patologico, corredata dalla «numerosità e accuratezza dei dati» riportati dal Comune. Il regolamento, si legge nel parere, «risulta correttamente motivato con riferimento all’esigenza della tutela della salute pubblica» e non c’è «nessuna illogicità» nella limitazione degli orari e nel frazionamento in due fasce giornaliere, «trattandosi di accorgimento regolatorio che disincentiva soprattutto le fasce più giovani, e quindi più deboli, di utenti e, sotto questo profilo, detta limitazione supera il test di proporzionalità». Il diritto di iniziativa economica, ricorda il Consiglio di Stato, «non è illimitato» e in questo caso la società ricorrente non ha prodotto «convincenti elementi di prova» sulla causalità tra riduzione dell’orario e danno economico. I giudici, comunque, ricordano che le misure adottate a Verona dovranno andare di pari passo con la gravità del fenomeno considerato: «Il Comune ben potrà (e dovrà) nuovamente intervenire in futuro nell’ipotesi in cui il suddetto fenomeno dovesse diminuire di intensità», conclude il Collegio. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password