Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/07/2018 alle ore 09:01

Attualità e Politica

12/07/2018 | 13:14

Dl Dignità, Coraggio (Dla Piper Italia): “Divieto di pubblicità retroattivo rafforzerebbe ipotesi di incostituzionalità”

facebook twitter google pinterest
dl dignità coraggio giochi pubblicità divieto azzardo

ROMA - «Una “norma transitoria” come quella annunciata da Luigi Di Maio dovrebbe essere giustificata da necessità urgenti, vista anche l’efficacia retroattiva. Un’urgenza che al momento non sembra evidente e che rafforzerebbe le argomentazioni sull’incostituzionalità del decreto Dignità, in particolare sulla libertà d’impresa». Così l’avvocato Giulio Coraggio, dello studio Dla Piper Italia, sulla norma che, secondo quanto dichiarato dal vicepremier e ministro dello Sviluppo, dovrebbe invalidare i contratti pubblicitari del gioco stipulati dopo l’approvazione in Consiglio dei Ministri del decreto Dignità. «È difficile comprendere l’urgenza del provvedimento, che diventerebbe probabilmente un’integrazione alla bozza attuale del decreto legge, visto che negli ultimi 20 anni la pubblicità sul gioco è sempre stata presente. Di certo, nel caso in cui fosse approvata, sarebbe da valutare la legittimità di un decreto legge che, oltre a vietare la pubblicità, ha anche un’efficacia retroattiva. Tutto avviene in un settore come quello del gioco dove il sistema concessorio garantisce già forti tutele per consumatori e il cui valore è stato confermato più volte dalla Corte di Giustizia europea». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password