Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/12/2018 alle ore 18:29

Attualità e Politica

17/05/2018 | 19:23

Friuli Venezia Giulia, Ussai (M5S): "Legge sui giochi inapplicata, serve stretta su orari e luoghi sensibili"

facebook twitter google pinterest
friuli giochi ussai azzardo ludopatia

ROMA - «Ho presentato alla Polizia locale una segnalazione riguardante la condotta illecita e sanzionabile tenuta da alcuni esercenti che gestiscono sale slot nel comune di Trieste. Non è più possibile che la legge regionale di contrasto al gioco d'azzardo resti ancora inapplicata nella maggioranza dei comuni del Friuli Venezia Giulia». Lo dice il consigliere regionale del M5S, Andrea Ussai.
«La legge regionale emanata nel 2014 prevedeva interventi orientati alla prevenzione, al trattamento, al contrasto e alla promozione della consapevolezza dei rischi correlati alla dipendenza da gioco d'azzardo. Legge che inizialmente non stanziava risorse - continua Ussai - e che è stata del tutto inefficace perché non applicata. La successiva legge regionale 26/2017, promulgata su impulso del Movimento 5 Stelle, ha introdotto importanti novità per rendere più stringente la normativa. Tra le più importanti, sono stati aggiunti luoghi sensibili quali ad esempio banche e stazioni ferroviarie, si è previsto l'obbligo di adeguamento alla distanza dai luoghi sensibili anche per le attività già in corso, il divieto di pubblicità relativa all'apertura o all'esercizio di sale da gioco e sale scommesse, il divieto di oscurare le vetrine dei locali, incentivi a chi decide di disinstallare gli apparecchi per il gioco e lo stop ai contributi della Regione per gli esercizi che decidono di continuare a guadagnare dalle slot machine». 

I comuni, secondo il consigliere «stanno facendo davvero troppo poco per il contrasto al gioco d'azzardo. Secondo una recente ricognizione effettuata dalla Direzione centrale salute, su 215 Comuni solo 38 hanno predisposto un elenco dei luoghi sensibili presenti sul proprio territorio e solo 13 hanno attuato una limitazione degli orari di apertura delle sale da gioco e del funzionamento delle apparecchiature. È davvero sconsolante constatare che tra questi non ci sia il comune capoluogo, Trieste». A quasi un anno dall'emanazione della legge, in tutta la regione sono stati emanati pochi verbali di illeciti amministrativi e conseguenti sanzioni. «Per questo motivo negli scorsi giorni - spiega Ussai - abbiamo depositato nel Consiglio comunale di Trieste una mozione che impegna il sindaco a esercitare con maggior efficacia le funzioni di vigilanza e controllo, predisponendo inoltre l'elenco dei luoghi sensibili e stabilendo gli orari di apertura delle sale gioco sul suolo comunale. Inoltre ho personalmente presentato alla Polizia locale una segnalazione riguardante la condotta illecita e sanzionabile tenuta da alcuni esercenti che continuano a oscurare le vetrine degli esercizi commerciali in cui sono installati apparecchi per il gioco lecito. Non è più possibile - conclude il consigliere pentastellato - che la legge regionale di contrasto al gioco d'azzardo resti ancora inapplicata nella maggioranza dei comuni del Friuli Venezia Giulia». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Decreto Fiscale Camera Governo fiducia

Decreto Fiscale, Camera: il Governo chiede la fiducia

12/12/2018 | 17:05 ROMA - Il ministro per i Rapporti col Parlamento, Riccardo Fraccaro, ha posto la questione di fiducia sul Decreto Fiscale in Aula alla Camera, nel testo non modificato rispetto a quello approvato in prima lettura dal Senato, che prevedeva...

Inspired

Inspired, in un anno margine da 47,6 milioni di euro (+32,9%)

12/12/2018 | 16:34 ROMA - Bilancio in crescita per il provider di gioco Inspired, che ha pubblicato il report relativo all’anno fiscale 2018, chiuso lo scorso 30 settembre: i ricavi complessivi sono stati di 124,6 milioni di euro (+15,4%) in particolare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password