Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/06/2018 alle ore 16:00

Attualità e Politica

11/05/2018 | 19:24

Malta, la MGA respinge le accuse: «Massima collaborazione con le autorità per contrastare infiltrazioni criminali»

facebook twitter google pinterest
malta accuse massima collaborazione autorità

ROMA - «Inesattezze, speculazioni, falsità e una rappresentazione ingannevole della Malta Gaming Authority e del suo modo di operare»: così la MGA definisce - in una nota - quanto pubblicato negli ultimi giorni dalle edizioni online di "Times of Malta" e "La Repubblica" e dall'Investigative Reporting Project Italy, secondo cui le aziende di gioco hanno minacciato di lasciare il Paese in seguito alla denuncia, da parte dei pubblici ministeri italiani, delle infiltrazioni mafiose nel settore. 
Si tratta, specifica nella nota la MGA, di «affermazioni completamente false e destinate esclusivamente a oscurare la reputazione della giurisdizione maltese». La MGA, inoltre, nega in maniera assoluta la «mancanza di cooperazione con le autorità italiane. Di norma - spiegano dall'autorità - la MGA non riceve richieste dirette di cooperazione da parte delle autorità italiane. Le richieste che arrivano da forze dell'ordine o dall'Unità di informazione finanziaria vengono inviate alle autorità competenti di Malta. Ovviamente, la MGA collabora e fornisce tutte le informazioni in suo possesso pertinenti alle autorità competenti, quando le viene richiesto, o se ritiene che tali informazioni debbano essere condivise con le autorità».
«Prevenire e contrastare le infiltrazioni criminali è di massima importanza per l'MGA - si legge ancora nella nota  - e le procedure e le risorse in campo sono le migliori possibili, tanto che, in molti casi, viene rifiutato il rilascio della licenza se gli standard di idoneità e proprietà non risultano conformi a quanto prevede la legislazione. In altri casi, poi, vengono avviati specifici controli e vengono intraprese azioni immedite. Detto questo - specifica ancora l'Authority maltese - Se individuare e perseguire la criminalità organizzata fosse facile, quest'ultima non esisterebbe».
Le informazioni e le risorse disponibili (le intercettazioni telefoniche, ad esempio) «facilmente reperibili per le forze dell'ordine, non sempre sono fornite immediatamente alle autorità di gioco e ai regolatori. - conclude la nota - La MGA ritiene si svolgere al meglio il suo ruolo, come qualsiasi altra autorità di regolamentazione, e di intraprendere tutte le azioni necessarie per rilevare e impedire che le infiltrazioni criminali intralcino le indagini». 

SA/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password