Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/06/2019 alle ore 11:49

Attualità e Politica

13/06/2019 | 11:00

Operazione "Scommessa", Tribunale di Bari annulla arresti domiciliari per Fabrizio Gerolla

facebook twitter google pinterest
operazione scommessa gerolla tribunale baeri

ROMA – «Non sussistono più esigenze cautelari». Con questa motivazione, il Tribunale di Bari ha revocato la misura degli arresti domiciliari a carico di Fabrizio Gerolla, uno degli indagati dell’operazione “Scommessa” condotta dalla procura Antimafia del capoluogo pugliese. Lo apprende Agipronews da fonti legali. La decisione arriva poche settimane dopo una decisione della Cassazione – riportata da Agipronews il 3 giugno – che sottolineava come Gerolla fosse stato “promotore” dell’associazione a delinquere. In particolare, gli indizi di colpevolezza, avevano scritto i giudici di Piazza Cavour, «risultano corroborati dalle dichiarazioni rese dai coindagati Francesco Martiradonna e Antonio Buontempo», che hanno indicato Gerolla come master della Centurionbet (il bookmaker maltese al centro delle operazioni fuorilegge, ndr), riconoscendo che nel sistema di raccolta delle giocate da parte della Centurionbet «si faceva ricorso al cobanco e al fido alle agenzie nonché all’utilizzo dei contanti per il pagamento delle vincite». Secondo la difesa, al contrario, l’indagato non svolgeva attività di master ma di semplice dipendente delle società poste sotto sequestro, dalle quali percepiva uno stipendio fisso cui aggiungere una percentuale del 15% sul “net gaming”: compensi regolarmente denunciati al fisco italiano, sottolineano i legali dell’indagato, come è stato riconosciuto da Guardia di Finanza e Procura. NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password