Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/11/2018 alle ore 08:50

Attualità e Politica

12/05/2018 | 15:30

Gioco patologico, Anci Piemonte: "Legge regionale grava troppo sui comuni e non ha avuto effetti sperati"

facebook twitter google pinterest
piemonte anci slot

ROMA - Inviare una lettera alla Regione Piemonte per segnalare le difficoltà nell'applicazione della legge per contrastare il gioco patologico. È quanto ha deciso l'Anci Piemonte a seguito di un incontro tenuto giovedì scorso. Durante il quale è emerso come per i comuni sia particolarmente gravosa «la mappatura del territorio in ordine a quelli che sono individuati come luoghi “sensibili», recita una nota del comune di Asti, che è stato promotore dell'incontro grazie al suo primo cittadino Maurizio Rasero. Per i comuni la mappatura, prosegue la nota, risulta «decisamente impegnativa per gli uffici competenti sia sotto il profilo delle risorse disponibili che del dispendio di tempo» 
Sono state inoltre segnalate problematiche relative all'applicazione «retroattiva della legge che ha costretto le attività commerciali interessate a rendere inutilizzabili gli apparecchi» già installati.
Secondo il Sindaco Rasero, infine, è chiaro che il gioco problematico «rappresenti un problema sociale, ma i dati forniti durante la riunione testimoniano che il provvedimento regionale non ha portato ai risultati sperati». AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password