Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/06/2022 alle ore 20:15

Estero

10/05/2022 | 17:33

Belgio, gli operatori contro il Governo: "Divieto di pubblicità del gioco è assist all'illegale, in Italia è stato un fallimento"

facebook twitter pinterest
Belgio operatori Governo pubblicità gioco illegale Italia

ROMA - Il divieto di pubblicità del gioco legale annunciato dal ministro della Giustizia del Belgio «non va a vantaggio del giocatore che non sarà più in grado di distinguere tra l'offerta legale e quella illegale ed è sempre più probabile che giochi su siti web che non offrono garanzie sulla protezione dei giocatori»: è la posizione dell'associazione degli operatori di gioco del Belgio. «Il divieto di pubblicizzare l'offerta legale non è una soluzione contro la dipendenza dal gioco. La pubblicità è necessaria per incanalare il consumatore verso un'offerta legale, controllata e sicura. Gli esempi dall'estero - come l'Italia e la Spagna, dove la pubblicità e le sponsorizzazioni sono state bandite nel 2019 - dimostrano concretamente le conseguenze del divieto di pubblicità: ad esempio, dall'introduzione del divieto totale in Italia, il settore illegale è cresciuto fino al 50%», spiegano gli operatori.
«Il governo non sta lavorando a soluzioni reali per rafforzare la tutela dei consumatori: le nuove tecnologie, infatti, consentirebbero di introdurre nuovi meccanismi per rilevare e prevenire comportamenti a rischio. Molti operatori lo stanno già facendo», sottolinea l'associazione degli operatori che propone quindi di «sviluppare un quadro normativo generale» che spinga «gli operatori a monitorare il comportamento di gioco dei propri giocatori, informare in modo proattivo i giocatori sul cambiamento del comportamento e offrire loro la possibilità di imporre pause e limiti al gioco».
MSC/Agipro

Foto Credits Flickr Japanexperterna.se CC BY-SA 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password