Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/09/2018 alle ore 13:20

Estero

17/08/2018 | 15:30

Casinò, Andorra: operatori esclusi chiedono revisione della gara per "gravi irregolarità"

facebook twitter google pinterest
Casinò Andorra

ROMA - Gli operatori che avevano presentato una richiesta per l'unica licenza di casinò messa a bando dal Principato di Andorra si preparano a una dura battaglia legale contro la gara d'appalto.
A giugno, il regolatore del gioco di Andorra, Consell Regulador Andorrà del Joc (CRAJ), ha annunciato che la società locale Jocs aveva vinto il bando per costruire un casinò da 15 milioni di euro nella capitale. La notizia ha colto di sorpresa gli altri operatori internazionali che avevano partecipato alla gara, alcuni dei quali avevano preventivato di investire 10 volte di più rispetto a Jocs che, secondo quanto denunciano, non avrebbe neanche esperienza nella gestione di casinò perchè finora si sarebbe occupata solo di sale bingo. I cinque operatori esclusi hanno quindi presentato una richiesta formale al Governo per  una revisione legale della gara, basata sulle "gravi irregolarità" che erano sorte. Il Governo ha tre mesi per rispondere ma, nel frattempo, Jocs ha già chiesto il permesso di costruire al sindaco della capitale, Conxita Marsol, che afferma che i lavori potrebbero iniziare già il mese prossimo.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password