Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2020 alle ore 18:08

Estero

02/03/2020 | 16:45

Casinò, Macao: effetto Coronavirus, a febbraio entrate in calo dell'88%

facebook twitter google pinterest
Casinò Macao Coronavirus febbraio

ROMA - Crollo delle entrate del gioco a Macao: a febbraio si registra un calo dell'88% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, in seguito alla decisione del Governo di sospendere le operazioni dei casinò a causa dell'emergenza Coronavirus. Dal 5 febbraio, la Cina ha limitato il numero di permessi di visita individuale (IVS) e la presenza di turisti a Macao, mentre il governo dell'ex colonia portoghese ha imposto la chiusura ai casinò. Dopo 15 giorni, le sale hanno iniziato a riaprire gradualmente, ma solo se avessero seguito alcune restrizioni volte a limitare l'ulteriore diffusione del virus (ad esempio, chidendo a tutti gli ospiti e al personale di indossare mascherine fino al 22 marzo). L'Ufficio di ispezione e coordinamento dei giochi di Macao (DICJ) ha dichiarato che solo due casinò - Casino Taipa al Regency Art Hotel e Casino Macau Jockey Club al Macau Roosevelt Hotel - non hanno ancora ripreso le operazioni.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password