Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/01/2023 alle ore 20:55

Estero

02/01/2023 | 18:30

Casinò, da gennaio la Cina allenterà le restrizioni anti-Covid: Macao spera nella ripresa

facebook twitter pinterest
Casinò Cina Covid Macao

ROMA - Il governo cinese ha annunciato la fine delle misure di quarantena per tutti i viaggiatori stranieri dall'8 gennaio, il che significa che la provincia del gioco di Macao non sarà più soggetta a pesanti restrizioni all'ingresso. La decisione segna la fine della politica cinese zero-Covid, che ha avuto un effetto catastrofico sul business del gioco di Macao e ha visto lo spostamento dei giocatori verso altre destinazioni come le Filippine e Singapore.
Nel 2022, Macao è stata 'chiusa' per gran parte dell'anno a causa delle epidemie di Covid-19 e ha decimato le entrate finanziarie degli operatori di casinò. A novembre, Macao ha riportato entrate lorde di gioco pari a circa 370 milioni di dollari, in calo del 56% rispetto al 2021.
La scorsa settimana, il governo  di Macao ha abolito l'obbligo di confinamento domiciliare per i viaggi in entrata a partire da venerdì 23 dicembre, con il codice sanitario per i viaggiatori in arrivo da Hong Kong, Taiwan e altre destinazioni straniere aggiornato alla previsione di cinque giorni obbligatori di autoosservazione. Poi, dall'8 gennaio, la Cina ha deciso di riclassificare il Covid come malattia infettiva di classe B: il limite sui voli in arrivo verrà abolito, mentre l'unica restrizione in vigore per le persone in arrivo saranno i test PCR obbligatori.
MSC/Agipro

Foto Credits Flickr CC BY 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password