Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/09/2020 alle ore 19:01

Estero

29/04/2020 | 12:52

Coronavirus, Stati Uniti: i casinò di Phoenix rimangono chiusi

facebook twitter google pinterest
Coronavirus Stati Uniti: i casinò di Phoenix rimangono chiusi

ROMA - I casinò con sede nella zona di Phoenix (in Arizona) rimarranno chiusi per le prossime settimane. Mentre il governatore dell'Arizona Doug Ducey non ha ancora deciso se prolungare l'ordine di lockdown, che dovrebbe scadere giovedì, i casinò di Phoenix hanno deciso di rimanere chiusi a prescindere. Tuttavia, alcuni di questi si sono impegnati a riaprire il mese prossimo. Tra questi c’è il Fort McDowell Casino, che oggi ha annunciato la riapertura per il 15 maggio.
Il presidente di Fort McDowell Yavapai, Bernadine Burnette, ha dichiarato: «È stata una decisione dolorosa in quanto il nostro casinò è la linfa vitale della nazione. Facciamo affidamento sulle entrate da gioco per supportare il nostro governo tribale e fornire servizi ai membri. La crisi globale del Coronavirus minaccia la salute fisica, ma anche il benessere economico di tutti gli americani». Anche Gila River Hotels and Casinos, che gestisce tre casinò vicino a Phoenix, ha affermato che i suoi locali non apriranno fino al 15 maggio. Il CEO Kenneth Manuel ha dichiarato: «Siamo ansiosi di aprire le nostre porte, ma per ora riteniamo che sia nell'interesse della comunità, rimanere temporaneamente chiusi». FT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password