Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 11/07/2020 alle ore 20:57

Estero

12/06/2020 | 12:50

Coronavirus, Stati Uniti: i casinò tribali nell'Upstate New York sono pronti a ripartire

facebook twitter google pinterest
Coronavirus Stati Uniti: i casinò tribali nell'Upstate New York sono pronti a ripartire

ROMA - I casinò tribali dello Stato di New York stanno riprendendo le attività mentre i casi positivi al coronavirus continuano a scendere. L'ultimo casinò ad annunciare la sua riapertura è il Turning Stone Resort Casino, uno dei casinò più grandi di New York e casa dell'Empire State Hold'em Championship. Le operazioni riprenderanno oggi. Oneida Nation, la tribù proprietaria di Turning Stone, ha aperto questa mattina anche le sue altre proprietà nell'Upstate New York: Yellow Brick Road Casino a Chittenango e Point Place Casino a Bridgeport. «Siamo molto entusiasti di vedere nuovamente gli ospiti mentre ci dirigiamo verso la strada per tornare alla normalità», ha detto il rappresentante e CEO della Oneida, Ray Halbritter. La riapertura dei luoghi è accompagnata dall'attuazione di numerosi sistemi di sicurezza volti a prevenire la diffusione del coronavirus. I protocolli prevedono il solo ingresso a coloro che vivono entro 120 miglia dal casinò. Quindi il permesso comprende una vasta fascia di residenti dello Stato di New York, ma quelli che vivono nelle zone limitrofe e più vicino a New York City, non potranno accedervi. I casinò richiederanno inoltre a tutti gli ospiti di utilizzare una mascherina e saranno introdotte misure di sanificazione e limitati i posti a sedere nei ristoranti per un massimo di quattro persone in un unico tavolo. La Cayuga Nation è stata una delle prime a riaprire le sue strutture di gioco d'azzardo a metà maggio, mentre altre tribù nella parte occidentale di New York stanno pianificando il lancio a fine giugno. FT/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password