Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/06/2022 alle ore 09:45

Estero

01/03/2022 | 17:30

Giochi, Flutter Entertainment: nel 2021 fatturato in crescita del 36,7% a 7,22 miliardi di euro

facebook twitter pinterest
Giochi Flutter Entertainment 2021 fatturato

ROMA - Flutter Entertainment, holding irlandese nel settore del gioco online, ha registrato un fatturato di 6,04 miliardi di sterline (7,22 miliardi di euro) nell'intero 2021, anno in cui le acquisizioni e la ripresa dopo il Covid-19 hanno sostenuto la crescita. Si tratta di un aumento del 36,7% rispetto alle entrate al 2020 (4,41 miliardi di sterline). Le entrate delle scommesse sportive sono state pari a 3,77 miliardi di sterline delle entrate totali, in aumento del 25,8% su base annua, mentre le entrate dei giochi sono diminuite leggermente a 2,26 miliardi di sterline. «Il 2021 è stato un altro anno forte per il gruppo: abbiamo compiuto buoni progressi rispetto ai nostri obiettivi strategici e abbiamo ampliato la nostra base di clienti, fino a raggiungere oltre 7,6 milioni», ha detto Peter Jackson, CEO di Flutter. «Nel complesso, sono soddisfatto dei progressi che abbiamo fatto durante il 2021 e credo che Flutter sia eccezionalmente ben posizionato per la crescita futura».

Le operazioni nel Regno Unito e in Irlanda, dove Flutter ha registrato una quota di mercato del 29%, hanno generato un fatturato di 2,06 miliardi di sterline (34 milioni in più rispetto al 2020). Le entrate online nel Regno Unito e in Irlanda hanno generato 1,88 miliardi di sterline, mentre la vendita al dettaglio riguarda i restanti 174 milioni di sterline. Le entrate dall'Australia sono state pari a 1,29 miliardi di sterline, in crescita del 20,3%. Nel 2021, la quota di mercato di Flutter è aumentata dal 7% al 50%. Le entrate statunitensi, principalmente dal marchio FanDuel, hanno aggiunto 1,39 miliardi di sterline al totale - più del doppio rispetto al 2020 - con una quota di mercato del 40%. Le entrate internazionali, principalmente costituite dalle operazioni di PokerStars, sono state di 1,28 miliardi di sterline, in calo del 12%. Il costo delle vendite è stato di 2,26 miliardi di sterline, 480 milioni di sterline in più rispetto al 2020: questo ha lasciato l'utile lordo a 3,77 miliardi di sterline, in crescita dell'8,3% su base annua. Ulteriori costi di vendita e marketing ammontano a 1,50 miliardi di sterline, 378 milioni di sterline in più rispetto al 2020. Conseguentemente, il contributo dell'azienda è sceso a 2,26 miliardi di sterline, con un calo del 3,6%. Ulteriori costi operativi sono aumentati del 16,4% a 1,16 miliardi di sterline, mentre i costi aziendali sono diminuiti del 16,5% a 101 milioni di sterline. Considerando questo, gli utili prima di interessi, tasse e ammortamenti sono stati pari a un miliardo di sterline, in calo del 18,6% su base annua. Dopo gli ammortamenti di 255 milioni di sterline, l'utile netto totale per il 2021 è stato di 746 milioni di sterline, in calo del 24,6%. La media mensile dei clienti è stata di 7,6 milioni nell'anno, in crescita del 23,4% anno su anno. Guardando al futuro, le entrate del 2022 saranno potenziate dall'acquisizione di Tombola, annunciata a novembre 2021 e finalizzata a gennaio 2022. L'azienda ha inoltre annunciato l'acquisizione dell'operatore italiano Sisal a dicembre 2021.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password