Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/10/2021 alle ore 15:48

Estero

11/10/2021 | 16:40

Giochi, Uk: il Governo chiede agli operatori di condividere i dati sulla spesa dei giocatori

facebook twitter pinterest
Giochi Uk ministro Gioco spesa giocatori

ROMA - Il ministro del gioco del Regno Unito, Chris Philp, ha invitato l'industria a «fornire rapidamente una soluzione significativa» per condividere i dati sulla spesa dei giocatori, con l'obiettivo di minimizzare i rischi del gioco. La richiesta arriva dopo che il regolatore della protezione dei dati del Regno Unito, l'Information Commissioner's Office (ICO), si è espresso a sostegno dell'idea di una visione unica del cliente: questa mossa consentirebbe agli operatori di gioco di condividere le informazioni sulla spesa dei giocatori, per poter essere in grado di rilevare eventuali indicatori di rischio di gioco problematico.
«Sosteniamo l'intenzione del governo di fornire alle organizzazioni un supporto aggiuntivo nella comprensione del rischio e nell'assicurare l'applicazione di protezioni adeguate. Vanno accolti con favore approcci a forme nuove, innovative e appropriate di condivisione dei dati», ha detto l'ICO, rispondendo a una consultazione del Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport (DCMS) sulla politica dei dati post-Brexit in UK.
Il regolatore ha però sottolineato che sarebbe necessario fare chiarezza su chi sarebbe il responsabile della protezione dei dati.
«Siamo determinati ad affrontare il problema del gioco problemativo e stiamo intraprendendo una revisione completa delle nostre leggi sul gioco per garantire che siano adatte all'era digitale. Accolgo con favore i risultati dell'Information Commissioner's Office secondo cui i dati possono essere condivisi in modo sicuro e protetto tra gli operatori per impedire ai giocatori problematici di incorrere in perdite eccessive. È essenziale che vengano intraprese maggiori azioni per evitare che le persone diventino pericolosamente dipendenti dal gioco. Questo è un passo importante verso la protezione delle persone vulnerabili e gli operatori devono ora unirsi per fornire rapidamente una soluzione significativa», ha detto Philip. 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password