Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/10/2020 alle ore 19:02

Estero

22/09/2020 | 09:01

Gioco illegale in Austria, blitz della Guardia di Finanza: chiusa una poker room

facebook twitter google pinterest
Gioco illegale Austria Guardia Finanza poker room

ROMA - Un cittadino austriaco e un cittadino danese sono stati accusati di gioco illegale, evasione fiscale e frode, dopo un blitz della Guardia di Finanza austriaca (Finanzpolizei) in una poker room illegale a Vienna. Gli agenti hanno fatto irruzione in una cantina nel terzo distretto della capitale, scoprendo una sala da poker illegale, con quattro giocatori e i due organizzatori. Il 27enne austriaco aveva pubblicizzato il poker illegale sulla sua pagina Facebook, annunciando tornei e cash game, ed entrambi gli uomini erano già noti alle forze dell'ordine. I due dovranno pagare una multa fino a 30mila euro per gioco illegale. Il giro d'affari mensile del sodalizio criminale, secondo gli investigatori, potrebbe ammontare a decine di migliaia di euro. «La stretta collaborazione con la Guardia di Finanza in Austria è il fattore chiave per il successo della lotta al gioco illegale», ha commentato il ministro dell'Interno Karl Nehammer. «La polizia finanziaria continuerà a lavorare a stretto contatto con la polizia e reprimere questi criminali», ha aggiunto il ministro delle finanze Gernot Blümel. Quest'anno sono stati emesse multe per oltre 13 milioni di euro per il gioco illegale nella sola Vienna. Tra gennaio e agosto, la Guardia di Finanza aveva effettuato un totale di 278 operazioni, con la confisca di oltre 660 macchine da gioco illegali.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password